Ukulele alle elementari (spero!)

Aloha Forum Uke 360° Ukulele alle elementari (spero!)

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 29 totali)
  • Autore
    Post
  • #15443
    paopao
    Membro

    Da qualche settimana ormai ho questa idea che mi frulla in testa: adottare l’ukulele come strumento nelle elementari, ispirandomi a “Ukulele in the classroom” (opportunamente semplificato!!!).

    http://www.youtube.com/watch?v=NWgc1SufiEk

    http://www.ukuleleintheclassroom.com/

    So che alcuni di voi hanno avuto esperienze di workshop nelle scuole, e ho visto la keiki ukulele band (mitici!!!), quindi potrete senz’altro darmi qualche consiglio anche se quello che voglio fare è un pochino diverso.

    Il mio lavoro consiste in buona parte nell’insegnamento musicale nelle scuole elementari: i famosi progetti “autofinanziati” dai genitori, nei quali uno specialista affianca l’insegnante di ruolo.

    Purtroppo non ho a disposizione molte lezioni: di solito i progetti che mi affidano consistono solo in una dozzina di lezioni da 45 minuti! Nelle quali, sempre attraverso il gioco o comunque nel modo più “easy” possibile, devo sempre mettere di tutto: educazione dell’orecchio, senso ritmico, canto, rudimenti di lettura ritmica e melodica…

    Quindi l’ukulele non sarebbe l’unica attività… lo inserirei all’interno del progetto andando a sostituire il flauto dolce. Fondamentalmente il flauto mi è sempre “servito” come occasione per fare musica di insieme con uno strumento economico e portatile, e anche per avere una prima infarinatura di lettura musicale applicata. Niente di “stressante”, uso davvero pochissime note sia per evitare problemi “tecnici” sia di lettura (e per fortuna esistono molte pubblicazioni per flauto che riescono a valorizzare anche brani di 3 note grazie a basi ben fatte!). Devo dire che ai bambini piace e a parte le prime lezioni in cui mi chiedo sempre “ma chi me l’ha fatto fare?” sono persino abbastanza gradevoli da sentire.

    Però… l’ukulele sarebbe ancora meglio!!! Non solo perché per i bambini è più accattivante (e già è un’ottima ragione), ma persino dal punto di vista didattico! Posso usarlo sia per la lettura (anche solo a corde vuote), sia strummando allegramente qualche semplice accordo…
    E mi piace pensare che anche a corso finito loro riprendano in mano lo strumento per strummare un po’, magari in compagnia!

    Ovviamente lo inserirei solo in progetti che prevedono una continuità negli anni. Ho diverse scuole che ormai da anni rinnovano il progetto per tutte le classi dalla prima alla quinta e quindi riesco a programmare non solo a breve termine, ma considerando che l’anno dopo potrò rinforzare le competenze acquisite ed aggiungerne di nuove.
    In prima e seconda non lo introdurrei, son proprio piccoli e dato il poco tempo a disposizione preferirei concentrarmi su percezione, senso ritmico &c in modo da avere poi delle basi più solide da cui partire. Dalla terza in poi credo che possano farcela.

    Ed ora chiedo a voi che avete già avuto esperienze di insegnamento ukulelistico ai bambini:

    quali sono le principali difficoltà che avete riscontrato più spesso? (a livello proprio di ukulele: premere le corde giuste, rapidità nel cambio accordo, tenere la strummata a tempo…)

    Conoscete qualche manuale dedicato ai bambini che abbia dei brani semplici con pochissimi accordi? Magari con delle basi fatte bene in modo da poter suonare con più soddisfazione.
    Per dire l’idea di fondo di questo esercizio è buona: http://youtu.be/bsxXDqfg0Qw?t=2m33s però mi piacerebbe con una base fatta veramente bene!

    Ci sono poi alcuni problemi di ordine pratico, primo fra tutti il costo dell’ukulele che è nettamente superiore a quello di un flauto dolce di plastica (e purtroppo ci sono famiglie che fanno fatica a comprare persino quello…). Certo, magari si può pensare a dei gruppi d’acquisto…

    Di dubbi/domande/perplessità ne avrei molte ma per ora mi fermo qui… ho già scritto il post più lungo della storia! sweat

    Aloha!

    #35865
    Jontom
    Amministratore del forum

    Play uke è la mia raccolta di melodie per bambini.
    Vedi se eventualmente c’entra qualcosa :)

    #35884
    paopao
    Membro

    ehhh… magari!
    Avessi il doppio delle lezioni probabilmente sì, ma così son già troppo difficili. confused

    Quello che ho in mente è qualcosa di brutalmente semplice. shame1
    Per esempio per il flauto dolce esistono pezzi del tipo: 4 si, 4 pause, 4 si, 4 pause, e una bella base con un’orchestra che accompagna il tutto.
    Molto scenoso e molto semplice, loro già dalla prima lezione sono subito contenti… e intanto li faccio concentrare sul suono altrimenti fischiano (rischio che con l’ukulele non c’è!!! grande vantaggio!!!), poi un brano con 2 note e con qualche complicazione ritmica in più (sempre con una base, magari stavolta jazz o comunque di genere diverso), poi qualche brano con 3 note e così via.

    Sto cercando qualcosa di altrettanto graduale (a prova di classi numerose e con elementi di ogni tipo!) ma adatto all’ukulele.

    E con accompagnamenti fatti bene!
    Le basi con l’accompagnamento sono comode per dare un senso musicale anche a passaggi molto molto semplici che da soli magari risulterebbero noiosi.
    Però devono essere fatte bene, altrimenti sono controproducenti…

    #35901

    se vuoi imparare l’ungherese, forse ho io qualcosa di semplice… non è difficile imparare l’ungherese per cantare… oppure si possono tradurre le canzoni, ma i bambini imparano subito se non ci sono in mezzo i genitori! (lo so, l’ho provato…)

    http://www.youtube.com/watch?v=PV6W9N45rVk&list=PLh9IhzlVxvLs9Jzly2OXlYIDWCP_8MuCQs
    parole:
    piano va la lu-ma-china, nella borsa ha da man-giar
    stanno a casa i lumachini, e la moglie ad as-pet-tar

    http://www.youtube.com/watch?v=9ak2s2IsOuQ&list=PLh9IhzlVxvLs9Jzly2OXlYIDWCP_8MuCQ
    parole
    bianco natale, ti lavi nella neve, pulito a festa puoi stare da noi;
    nero natale, sei sporco di fango, ma per te un letto è sempre rifatto

    per tutti gli altri: ukulele!
    http://www.youtube.com/watch?v=ao5eFOrEOk4

    #35902
    paopao
    Membro

    Grazie calcatreppola,
    però sto cercando qualcosa per insegnare ai bambini l’ABC dell’ukulele, possibilmente in modo molto molto graduale ed accattivante.

    Ora sto valutando di sfruttare le basi che uso per il flauto dolce e riadattarle… per alcune è fattibile senza difficoltà! (trasporto di 1 tono e/o piccoli adattamenti della melodia) victory1
    per altre sarà impossibile ma sto facendo passare anche le basi dei canti che utilizzo (senza voce guida) e ho visto che alcune potrebbero diventare delle belle basi da accompagnare con l’ukulele..

    Quando poi diventeranno bravini le basi saranno superflue… o quasi…

    (comunque se qualcuno dovesse vedere un libro/manuale adatto ai bambini e con accampagnamenti che non siano dei semplici midi fatti alla meno peggio faccia un fischio!)

    #35909
    Jontom
    Amministratore del forum

    Beh però… Facciamolo noi!
    La tua idea sulle basi non è malaccio… Dammi altri input, come le vorresti, il tipo di orchestrazione e magari metto insieme qualcosa.
    Poi dopo si può pure pensare di metterle a disposizione gratuitamente su YOUkulele…

    #35913
    paopao
    Membro

    Sarebbe fantastico!

    …pensa che all’inizio odiavo le basi, anche perché raramente erano di qualità accettabile… (nelle pubblicazioni recenti tendenzialmente sono più dignitose)
    Però per i bambini è più gratificante… e vanno anche a tempo più facilmente biglaugh

    Per le orchestrazioni non ho preferenze, sarebbe bello variare i generi il più possibile… i bambini per fortuna sono ancora abbastanza privi di pregiudizi musicali e mi piace far loro suonare di tutto (dalla musica sinfonica alla disco, dal barocco al blues… musica etnica… un po’ di tutto!)
    Considera solo che nella sezione “fingerpicking” le basi non devono essere invasive o gli ukulele scompaiono.
    Potrebbero essere nella versione con ukulele-guida e nella versione “solo base”.

    Il mio SCHEMA mentale per questa cosa sarebbe più o meno così:
    2 “sezioni”: 1 per il fingerpicking, una per gli accordi. (Nelle lezioni poi procederebbero quasi parallelamente, non è che prima esaurisco una e poi passo all’altra)
    Finger picking:
    – Una serie di esercizi/brani a corde vuote.
    Il primo banalissimo (di riscaldamento… diciamo così), magari addirittura solo una corda con ritmi non troppo complessi (1/4, 2/4 e relative pause. Anche ottavi ma a coppie, non “solitari”, che son più difficili). Questo almeno riescono a farlo anche i bambini con qualche difficoltà (e in una classe di 25 di solito ce n’è più d’uno…)
    – Poi qualche semplice melodia, sempre a corde vuote (aggiungendo una corda alla volta)

    – Poi anche qualche tasto! Direi che il primo potrebbe essere il do, così resta propedeutico all’accordo di do.
    Poi… boh, si aggiunge il re… così volendo abbiamo già la scala pentatonica.
    Magari poi anche il sol sul terzo tasto…

    Accordi:
    – Iniziamo dal buon vecchio do. Solo soletto (stesso discorso di prima, qualcosa di extra-semplice ci vuole sempre così tutti i bimbi possono essere coinvolti)
    Non avendo problemi di cambio di accordo possiamo concentrarci su una bella strummata.
    Magari può essere comodo per “variazioni di strummata”. All’inizio una riga di “giù giù giù pausa”, poi un pochino più complicato, poi di più… etc!
    (certo fare una base accattivante in cui l’accordo di do da solo stia bene è una bella sfida…)

    – Aggiungiamo fa. Un paio di branetti con questi 2 accordi.

    – Aggiungiamo sol. (O meglio ancora sol7 che è più facile arrivando dal fa!) Brani che prevedano il cambio di accordo con un minimo di “calma”…

    A questo punto siamo già abbastanza “a cavallo” perché con tre accordi qualcosa si riesce già a fare.
    Diciamo che il “livello1” sarebbe una cosa così.

    Se ti sembra che come schema abbia un senso magari comincio a buttar giù delle possibili melodiette a corde vuote…

    Certo, se si pensa di far tutto è un lavorone… ma non c’è fretta (per ora!!!)
    Secondo me però ne varrebbe la pena… una sorta di baby NoPanic!

    Ah… nel 1 livello non so se farli già cantare… Forse all’inizio dati i tempi stretti è meglio di no, così cominciano ad abituare la coordinazione…
    (al massimo qualcosa tipo “row the boat” tutta sul do, come proposto in “ukulele in the Classroom”, e a canone!!!) what1

    Se riesco ad avviare questo progetto potremmo avere presto centinaia di bambini con un ukulele in mano! bye

    #35927
    Jontom
    Amministratore del forum

    ok… l’idea è interessante e me la segno lì fra le cose da fare…

    #35929
    Frittola
    Partecipante

    Ross forse vi potrebbe dare qualche dritta @ross

    #35949
    paopao
    Membro

    Ottima idea, grazie frittola!

    Sono ormai una grande fan della Keiki Ukulele Band.. bye

    #35973
    paopao
    Membro

    …dunque… intanto vi aggiorno sull’evolversi (o INvolversi) choler del progetto.

    Ogni volta che ne parlo con una maestra la prima ed unica obiezione è:
    “ma quanto costa un ukulele?”
    E appena dico “attorno alle 30 euro” le vedo scuotere la testa…

    money1money1money1
    Oggi una di loro mi ha spiegato che per le spese extra non possono far spendere più di 50 euro all’anno ad ogni bambino (non so se è un tetto solo di questa scuola, ma credo che verosimilmente anche le altre funzionino circa così, euro più/euro meno. Magari nei prossimi giorni chiedo alle altre).
    Se 30 euro se ne vanno solo per l’ukulele è evidente che poi non c’è più trippa per gatti. sad

    Farli comprare direttamente alle scuole è improponibile, soprattutto se le classi coinvolte dovessero diventare molte.

    A questo punto i casi sono 2:
    1) trovare un ukulele che costi come un flauto dolce ah beat_shot
    2) riuscire a fare una convenzione con qualche negozio di musica della zona, magari proporre un “noleggio con riscatto”, come si fa per i pianoforti e altri strumenti economicamente “impegnativi”… (sì, lo so che può sembrare strano per 30 euro… ma che per molte famiglie possa essere un problema è vero)
    Una cosa del tipo: 5 euro all’anno, poi se te lo vuoi tenere metti la differenza e via. Sono convinta che la maggior parte delle persone alla fine lo comprerebbero, quindi al negozio converrebbe: si tratterebbe di molte decine di strumenti all’anno, ogni anno! E potenziali clienti futuri!

    Dite che sono impazzita?
    Quasi quasi provo a contattare il mercatino, magari mi propone delle soluzioni…

    Ogni idea è ben accetta…
    Finché c’è speranza non demordo!!! hangloose

    #35981
    Jontom
    Amministratore del forum

    eh ti capisco fin troppo bene pà.
    avevo sollevato la stessa questione anni fa ma la risposta fu pressochè identica.

    resta sintonizzata che fra un paio di giorni uppo un video + articolo rivoluzionario. interamente made in italy e ne andiamo anche abbastanza orgogliosi :D
    ukulele a 15 euro che suona come uno da 100.

    #35987
    paopao
    Membro

    Jontom ha detto
    ukulele a 15 euro che suona come uno da 100.

    dribble
    … io mi accontenterei di un ukulele a 15 euro che suona come uno da 30!!! ah

    #35991
    paopao
    Membro

    Torno un attimo all’idea delle basi.
    OK una sezione Finger picking separata dallo strumming per imparare… però…
    …io alla fin fine con questi ci devo pure fare il saggio di fine corso! E il Finger picking non si sentirà MAI!
    E poi “isolato” perde un po’ di significato anche per i bambini… (sembra una cosa a sé stante e di sicuro si chiederebbero “ma perché devo sbattermi a fare una notina alla volta quando basta fare strumming che è più facile e più bello?”)

    Per cui…

    La base ideale è la seguente:
    – Introduzione strumentale (odio i 4 colpi di metronomo… e poi se al tecnico audio salta in mente di farmi la sfumatura in entrata -e lo fanno anche se dico di no!!!- non becco più l’attacco).
    – Parte nella quale i bambini strummano allegramente
    – Intermezzo strumentale.
    – Ripresa dello strumming (anche semplicemente ritornello)

    Nell’intermezzo strumentale sarebbe bello prevedere qualche notina facilissima in fingerpicking (con pochissime note e con cambi tranquilli…)
    Inquesto modo anche il finger picking acquista valore, perché diventa l’assolo!
    Però la base deve star bene anche senza… così anche se magari si mette come pezzo in più ma non si fa in tempo a studiarsi anche l’assolo ha un senso lo stesso. bye

    (come vedi sono ottimista e anche se sto sbattendo la testa contro tutti i “no” voglio essere preparata quando inaspettatamente il progetto partirà!!!)

    #35995
    gillion
    Membro

    Ciao Pa’ e tutti voi, e scusate l’intrusione (di ora e dei giorni passati come lettore del forum) … un giorno o l’altro mi presenterò anche io con tutti i crismi ops

    Volevo segnalarti che nel documentario portoghese (passato qualche giorno fa nel forum, qui), nella puntata relativa all’ukulele, ci sono diverse riprese di un nutrito gruppo di bambini diretti da Roy Sakuma (5:00), che suonano tutti assieme in fingerpicking e il risultato è impressionante lol… (alcuni bambini tengono l’uku a pancia all’aria!).

    [inizio tubocronacadribble]
    Per esempio vedi dal min. 18:45 e dal min. 26:45.
    Poi vanno dal sindaco,
    SALE LA TENSIONE 28:00 (si accordano gli strumenti in un clima teso, urlo e pugno sul palmo di carica del vecchio Sakuma) e poi via tutti dentro dal sindachì a esibirsi! e siamo al min. 28:24, applauso e discorso del sindachì… proclamazione dell’apertura del 41° festival dell’ukulele, foto di rito…
    Ritroviamo altri piccoli suonatori e canterini al min. 39:00 (subito dopo c’è Jake Shimabukuro che alla fine strimpella anche il cavaquinho, merita).
    [fine tubocronaca]

    Ricordo a tutti (come già detto da Marvin) che il doc è sì condotto dal portoghese suonatore di cavaquinho (Henrique), ma gran parte delle persone intervistate (vedi tra gli altri… Ohta San [22:30], Jake Shimabukuro [41:40], Victoria Vox [49:00], Sophie Madeleine [53:00] e Taimane Gardne [54:45]) parlano in inglese (con i sottotitoli in portoghese che a volte aiutano!).

    Spero ti possa servire,
    Gillion

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 29 totali)
  • Il forum ‘Uke 360°’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.