Suonare ad orecchio, scorciatoia o dono? Ricavare gli accordi dalle posizioni?

Aloha Forum Piazza Italia Suonare ad orecchio, scorciatoia o dono? Ricavare gli accordi dalle posizioni?

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 19 totali)
  • Autore
    Post
  • #13661
    wolfka
    Membro

    Quello che mi fece innamorare della rete molti anni fa, come molti miei coetani appartenenti alla generazione predigitale, è stata la sua capacità di accomunare nella rete individui con le più disparate esigenze, dalla pulizia delle orecchie passando per la riparazione di una radio anni 40, fino ad arrivare a quelle caratteristiche che ci piaceva considerare come segni distintivi che facessero di noi delle persone “speciali”, sottolineate allora solo da amici e parenti. Il suonare ad “orecchio”, che per via di quanto sentii dirmi dall'insegnante di teoria di turno consideravo una “sporca scorciatoia poco lungimirante” accomuna infatti, più gente di quanto non si pensi, e ho avuto modo di scoprirlo nelle mie navigazioni notturne imbattendomi in un modo di articoli, teorie più o meno strampalate e tesi su base scientifica, che parlano di “geometria costante” degli strumenti a corda e di “ear training”, che sono sistemi di apprendimento che servono appunto ad affinare questa particolare dote.

    Di fatto, esistono varie correnti di pensiero e anche singoli sistemi di apprendimento autocostruiti sul proprio personel modo di intendere e sentire la musica, per scavalcare (magari sbagliando) grossi pezzi di teoria per raggiungere velocemente un risultato magari poco solido, ma efficace, e cioè quello di suonare gran parte di quello che si ascolta in maniera intuitiva.

    Sullo strumento a corde, a differenza di altri strumenti, io personalmente non ho avuto modo ne tempo necessario per svilupparne uno mio, ma ritengo sarebbe interessante condividere, per chi ne ha voglia, gli intricati percorsi mentali che si innescano quando, ascoltando un video su youtube o una canzone alla radio, ci portano a prendere carta e matita e  tirar fuori gli accordi, cancellando e riscrivendo, partendo dalla singola nota della melodia, o da una scala preordinata che “potrebbe starci”… Senza sminuire la teoria musicale che secondo me è base ineludibile per una crescita personale (e ci credo).

    *******************************

    Nota sullo sviluppo di sistemi dinamici di supporto all'apprendimento:

    Un coadiuvante che spesso ho desiderato è quello di poter ottenere, scrivendo la diteggiatura trovata ad orecchio, anche numericamente (xyzk), l'accordo o una lista di accordi che le si avvicinano, senza dover scartabellare tutti gli accordi per trovare l'accordo corrispondente o una sua derivazione. Poichè con la mia attualmente scarsa conoscenza della tastiera, non riesco ancora  colpo d'occhio a far corrispondere dita ad accordi conosciuti (specie con qualcosa di più complesso, che vada al di là del giro di accordi classici che più o meno tutti conosciamo). In teoria è pienamente realizzabile un sistema intelligente che aiuti nello scopo, quello che però mi manca è un database che contenga tutte le corrispondenze diteggiatura -> accordo. Avendo questo non sarebbe complicato realizzarlo.

    #17734
    Anonimo
    Ospite

    Io cerco un po' in rete e se non trovo niente oppure ciò che trovo è fatto coi genitali canini (spessissimo) allora mi tiro giù il pezzo ad orecchio 🙂

    #17736
    Anonimo
    Ospite

    eh… e come? 🙂 parti da una nota singola e poi ti ricavi l'accordo? Ti basi su giri che già conosci individuando la tonalità del pezzo?… 🙂

    #17740
    Anonimo
    Ospite

    per me la cosa fondamentale e memorizzare il pezzo mentalmente poi

    memorizzata la melodia la “lallo” nel senso che mi canto la melodia senza parole ma con una serie di la la la ecc..e poi ci aggiungo l'ukulele cercando gli accordi…

    altre volte parto direttamente dagli accordi

    altre volte parto dalle note singole e poi decido che accordo metterci

    tutto questo dipende dal pezzo

    penso che ognuno debba trovare la propria tecnica, non credo che ce ne sia una definitiva, magari io mi trovo bene così e tu potresti non trovarti bene cosi ma con in altro modo, alla fine è tutto soggettivo, trovalo tu il modo

    La cosa che ti consiglio se vuoi allerti a trovare ad orecchio e di evitare tabulati e accordatori vari, magari parti da pezzi semplici che ne so un pezzo dei ramones e poi pian piano passi a pezzi più complessi, parti comunque da pezzi che conosci bene…

    un altra cosa che sconsiglio è essere succube dell'accordatore… accordare ad orecchio secondo me aiuta molto.

    All'inizio e dura ma esercitandosi si migliora

    #17741
    Anonimo
    Ospite

    Ciao Tronco, come ho già detto sopra, infatti ogniuno ha il suo metodo, sarebbe assurdo il contrario, infatti il mio obbiettivo sarebbe quello di scambiarci opinioni in merito ai metodi che ogniuno di noi utilizza (per chi li ha) per tirare fuori gli accordi ad orecchio. Per quanto infatti ogniuno ha le sue strade, il confronto secondo me arricchisce in ogni caso, sempre 🙂

    Io per esempio, con la mia scarsissima esperienza sullo strumento, procedo come procedevo sul pianoforte, ovvero partendo dalla melodia (quindi la singola nota) e procedendo a ricercare accordi, il fatto è che sulla tastiera di un pianoforte l'accordo lo “vedo”, so già all'incirca dove mettere le dita, al massimo si baglia di qualche semitono… ovviamente per la tastiera dell'uke non è così (non lo è per me che non la conosco), ma ritengo che anche lì esistano delle geometrie “costanti” che una volta padroneggiate aiutino, partendo da una nota singola, a trovare le altre al volo (più o meno)…

    Per esempio ho trovato interessantissimo questo documento:

    http://www.ezfolk.com/uke/Tutorials/1four5/music-theory/ukulele-chord-forms/ukulele-chord-forms.html

    #17743
    magomacco
    Membro

    Ognuno ha il suo metodo, io ne ho diversi ad esempio e li uso in base a ciò che mi interessa.
    Nel corso di parecchio tempo (10 anni) ho allenato il mio orecchio a riconoscere le varietà degli accordi, cioè, ad orecchio posso dirti se è un accordo normale, minore, 7, 4, 5+ (se è più complicato con tante parolacce dovrò tentare per prove ed errori) e ho anche allenato l’orecchio a riconoscere gran parte delle distanze tra due accordi.

    Ascoltando una canzone mi chiedo:
    1- va bene questa tonalità per me?
    2- non va bene questa tonalità per me?

    1- se va bene la tonalità allora, nel trovare il primo accordo, suono le note più importanti della melodia, e vedo quale accordo è più consono per quelle, lo provo, e se è lui vado avanti

    2- faccio tutto in do maggiore o la minore (anche perché si adatta bene alla mia voce)

    Tutto sta è allenare l’orecchio ed evitare il più possibile di trovare tablature o accordi in internet
    3 o 4 anni fa ero diventato talmente bravo ke avevo sviluppato un orecchio QUASI assoluto, poi la pigrizia mi portò a cercare accordi nel web ed ora ci metto un pochettino, ma è tutta questione di abitudine.

    #17744
    Anonimo
    Ospite

    Grazie Mago, quindi tu comunque tieni in grande considerazione la tua portata vocale, cosa per me assolutamente inuile visto che, pur non essendo stonato (ho anche io un buon orecchio), non ritengo di essere all'atezza di cantare se non sotto la doccia.

    Hai mai usato gli “ear training” per affinare l'orecchio o hai fatto tutto strada facendo semplicemente ascoltando musica?

    #17751
    magomacco
    Membro

    Che sono gli Ear Training??? oddio sembra qualcosa di fighissimo!!!
    Il mio orecchio si è affinato in anni e anni di prove con più strumentisti in 2 metri quadri e con strumenti dal suono talmente brutto che già distinguerli da un tamponamento a catena richiedeva un diploma di conservatorio…
    Ma soprattutto…tanta pazienza…
    Non importa se la tua voce è bella o brutta, importa cantare, cantare e suonare, anche solo per te stesso ma fallo sempre perché sviluppa aree corticali importantissime ai fini dell’orecchio

    #17752
    Anonimo
    Ospite

    bhe, buono a sapersi, se da solo, ci proverò 🙂

    Gli ear training software (li ho scoperti pure io stanotte) sono degli strumenti (software standalone oppure online) che servono ad allenare l'orecchio musicale, se ne trovano anche gratuiti online e ti permettono di scegliere su cosa “allenarti”, riconoscere intervalli, note, accordi, etc…

    Non ho ancora fatto una ricerca in merito quindi non saprei consigliartene uno in particolare, nè so se effettivamente servono allo scopo o meno, direi che si può scoprirlo solo provandoli (infatti li proverò anche solo per curiosità) 🙂

    #17754
    magomacco
    Membro

    grande!!! grazie mille!!!love

    #17755
    Anonimo
    Ospite

    :))

    #17756
    doppiosogno
    Membro

    io come programmi di ear training scaricai illo tempore questi che sono gratuiti e fatti bene

    http://www.miles.be/index.php/software

    ma se ho capito bene la cosa più importante è suonare tanto e avere ben presente la tastiera dello strumento…

    #17757
    Anonimo
    Ospite

    eh, dici bene… per me è un mondo nuovo 🙂

    #17758
    mauke
    Membro

    per me (incolto) funziona il metodo “a occhio e orecchio” un po' per tutti i generi (grazie youtube!), per cui posso solo suonare a memoria. Ho notato che il mio chitarrista (colto) deve sempre avere la partitura davanti al naso, senno' non si ricorda niente. Inoltre, se non si trova la partitura di un pezzo nuovo, devo trovargli io (ovviamente a orecchio, e quando ci riesco)  le parti di chitarra (che lui poi trascrive). Per la verita' gli invidio un po'  la capacita' di saper leggere e scrivere , pero' penso che questo lo abbia fatto adagiare su un piano che esclude la necessita' (e in una certa misura la capacita') di “sapersi arrangiare”. Pero', vista la fatica che a volte si deve fare per riuscire a tirare fuori un pezzo magari non facilissimo, semplicemente orecchiandolo e osservando chi lo suona, credo che probabilmente un po' di teoria e tecnica forse potrebbero semplificare la vita. Ciao e buona musica!

    #17760
    magomacco
    Membro

    Cioè…tu conosci davvero uno che sa scrivere e leggere di musica e non sa trovarsi una partitura a orecchio?
    basuhsauashaushasuhsauhasuhsauashasuhsauhsauhsausahusahusahasuhsauh

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 19 totali)
  • Il forum ‘Piazza Italia’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.