Problemi a impugnare/mantenere in posizione l’ukulele

Aloha Forum Uke 360° Problemi a impugnare/mantenere in posizione l’ukulele

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 18 totali)
  • Autore
    Post
  • #14676
    Kikko Kawa
    Membro

    Ciao a tutti ! come andiamo ?
    Vi scrivo per chiederVi aiuto !
    Dopo un periodo positivo con l’ukulele ( ma sempre impugnato in maniera errata ) mi sono posto l’obiettivo di sistemare la postura etc etc.
    Uso il SOPRANO.
    Finchè sono SEDUTO, riesco a seguire le indicazioni del corso. E ok, questione di rifarci l’abitudine ma mi pare poco problematico.
    Per quanto riguarda invece la posizione IN PIEDI mi dispiace ma non c’è verso, l’ukulelino continua a cadermi ( lo fermo prima ovviamente altrimenti avrei bisogno di una rastrelliera piena di ukulelini di ricambio XD ), quindi vorrei sapere se è questione di abitudine e pratica o se c’è qualche problema di base.

    Io posiziono l’ukulele a metà tra il petto e la pancia, lo stringo al corpo con l’avambraccio destro e sostengo il manico con la sinistra.
    Purtroppo mi scivola via. Ho notato che potrei avere una presa migliore se ponessi l’ukulele anche sotto al gomito destro, ma in questo caso la mano arriverebbe a fare lo strumming sul manico e non è una cosa buona. Quindi non so proprio cosa fare.

    Chiedo un vostro cortese e gentile aiuto !! Grazie !
    Ciaaaaaao !

    KK

    #28591
    Marco Giovannetti
    Partecipante

    ciao! :)
    beh alla fine è questione di pratica..
    quando stai in piedi prova ad aiutarti con l’anulare e il mignolo della mano destra per sostenere l’ukulele. Li posizioni sulla curvatura sotto l’attaccatura della tastiera. Questo è per uno strumming di base o per un semplice fingerpicking.
    Altrimenti devi aiutarti con la mano sinistra a sostenere tutto..
    E’ una combinazione delle due cose, per come la vedo io…… e devi fare molta pratica in piedi!

    hangloose

    #28592
    Anonimo
    Ospite

    bella kikko.
    lo strumming si fa sul manico. cioè, all’attaccatura del manico. non sopra la buca.

    #28596
    Kikko Kawa
    Membro

    Bella !

    Per quanto riguarda lo strumming, non lo faccio sulla buca, lo faccio sulla parte della tastiera che però è ancora sul corpo dell’ukulele.
    In sostanza tra il manico e la buca. Quello che intendo io è che vado a finire proprio oltre il corpo dell’ukulele e suonerei eccessivamente sul manico.
    Lo trovo bruttino, poi non so se sia giusto. Di certo copro una parte della tastiera che diviene inutilizzabile.
    Per di più lo strumming lo faccio con l’indice e non porto le dita della destra a sostenere il corpo come invece farei usando il pollice.
    Probabilmente difetto di sostegno con la mano sinistra, però non essendo abile nei cambi di accordo la struttura probabilmente perde di sostegno di tanto in tanto e piano piano scivola.
    Queste cose le dico a seguito della risposta di Sfruzzo che mi ha dato un attimo da pensare a come fare.
    Sono convinto ci voglia molta pratica ma penso che potrei commettere errori di fondo e poi siano impossibili da modificare tra qualche mese XD

    Grazie mille per le risposte intanto !

    #28602
    Giovanni
    Membro

    Prova così… prima di tutto porta l’ukulele contro il bicipite, poi chiudi la presa in modo che parte dell’avambraccio faccia presa sul bordo della parte curvata inferiore, per far questo probabilmente dovrai spostarlo un po’ più in alto (verso il petto) rispetto a come fai adesso.

    #28604
    Alice
    Membro

    Ciao Kikko, prima di darti un consiglio mi sento di fare una premessa: secondo me ognuno ha un proprio metodo per impugnare l’ukulele e riuscire a suonarlo stando in piedi, magari ti diciamo come lo facciamo noi ma per te è improponibile, quindi dai peso alle nostre parole ma vedrai che alla fine col tempo troverai una soluzione tutta tua!
    Personalmente faccio in questa maniera: prendo il manico con la mano destra più o meno all’altezza dell’attacco manico-corpo, piego il gomito in modo tale da ancorarlo al mio corpo, scorro leggermente indietro per evitare di strummare al 4°tasto e sarà quella la posizione finale!
    Come altezza lo tengo anch’io più o meno sul petto, più in basso non so perché ma mi scivola un casino poi potrei graffiarlo con borchie/fibbie/cerniere e simili che ho sui pantaloni…
    Alle volte (soprattutto se suono in fingerpicking o col pollice) mi aiuto reggendo la cassa col mignolo e/o l’anulare… resta il fatto che se fosse necessario suonare soltato in piedi non esiterei a dotarmi di una tracolla, mi mette in agitazione suonare e pensare ogni volta che rischio di farlo cadere! Non reggerei lo stress amazing1

    #28619
    Kikko Kawa
    Membro

    Eccomi, scusatemi le tempistiche diluite.
    Ho letto le vostre risposte e ho già applicate alcuni consigli, penso mi ci vorrà molto però per ottenere risultati.

    Vi ringrazio molto, mi stavo un po’ stufando a causa di questo difetto, invece ora ho preso un po’ di coraggio.

    #28624
    Madràc
    Membro

    …la soluzione migliore è la tracolla con i gancetti…e via senza nessun pensiero…per quelli come noi che come alice non hanno “petto” su cui adagiare l’ukubye

    #28625
    Alice
    Membro

    Ahahahahahahahaha Madràc, alle volte t’ammazzerei… tongue
    No cmq sul serio gancetto (o per chi se la sente vite nel legno), tracolla e via, un conto fare i fighi con gli amici mentre lo si suona senza nulla, un conto avere magari uno spettacolo di 2 ore da portare avanti… Però esercitati, questa è una delle cose che ci distingue dai chitarristi e fossi in te la porterei avanti a spada tratta! Hihi hangloose

    #28986
    Anonimo
    Ospite

    bella kikko
    ora ho un po’ più di tempo e se hai ancora questo problema puoi buttare un occhio a quanto segue. ovviamente mi rivolgo anche ad altri che hanno lo stesso quesito. (santo forum che ci permette l’indicizzazione)

    in realtà il problema dell’ukulele che scivola non nasce tanto nella posizione in cui lo tieni quanto piuttosto è da far risalire a come muovi le dita sopra e dietro la tastiera.
    dopo averlo “chiuso” con il braccio destro (o sinistro se sei mancino), tenendolo quindi attaccato al corpo, l’altra mano ha il compito di sorreggerlo durante i vari passaggi.

    però… (c’è un però) nella stragrande maggioranza degli alunni che mi capitano a lezione mi rendo conto che nel cambiare accordo o semplicemente riposizionarsi sulle corde, le dita vengono allontanate dalla tastiera in maniera spropositata. e questo è un errore che di certo ti fa perdere tempo (spostare quella massa d’aria aggiuntiva fa troppo ridere ed oltretutto è un ostacolo inutile), non favorisce la memorizzazione della posizione nuova e di sicuro non ti permette di ottimizzare la diteggiatura andando invece a cercare soluzioni più pratiche, mantenendo le dita in sospensione sopra il manico. è come se ogni volta ritornassi a tracciare un cerchio enorme per ritornare giù a premere le corde… ed in realtà con un minimo d’osservazione, potresti accorgerti che il più delle volte non è nemmeno necessario alzarle ma basta anche solo scivolare ad un’altezza differente.
    l’ultimo effetto collaterale nel disegnare arcobaleni mastodontici coi polpastrelli consiste nel perdere appunto contatto con il manico e quindi diminuire la stabilità compromettendo il presupposto iniziale che vede la mano sinistra a supporto della mano destra.

    detto in altri termini:
    ti ricordi stallone in “over the top”? che a un certo punto faceva IL PAVONE con le dita e spaccava il culo all’avversario? ecco, qui non stai facendo a braccio di ferro quindi evita. oppure, immagina un arrampicatore… uno di quelli che fanno boulder… arrampicata libera… uno di quelli che rompe il cazzo su facebook postando SOLO le foto delle arrampicate. osservandolo bene nel passaggio fra un appiglio e l’altro non si troverà mai sospeso nel vuoto! cercherà sempre di mantenere il contatto con la parete e a meno che non abbia la necessità rilassare le braccia, nel riposizionarsi in un’altra posizione i movimenti saranno sempre minimi e calcolati.

    parentesi:
    restare vicino ad una corda è il primo passo per acquisire più velocità e confidenza con il proprio strumento.

    ergo:
    per evitare che l’ukulele ti si distrugga per terra occorre spostare l’attenzione altrove e vedere quanto effettivamente la mano sinistra stia accorrendo in aiuto. per quanto mi riguarda, non mi troverò mai solamente col pollice in appoggio dietro il manico perché in realtà anche nell’affrontare una nota singolarmente, vado prima a ricostruire una posizione più ampia che mi permetta innanzitutto di ottimizzare gli spostamenti ed in secondo luogo di restare SEMPRE con almeno due dita attaccate alla tastiera (una davanti e una di dietro… per non parlare della “conca” fra pollice e indice che molto spesso, suonando in una posizione da chitarrista acustico, accorre in supporto).

    conclusione:
    col passare del tempo dicono che l’ukulele non scivola più via… il motivo è semplice: col passare del tempo aumenta la confidenza sullo strumento, diminuisce lo spazio sotto i polpastrelli in sospensione sulle corde, si anticipano le posizioni per suonare dei passaggi un po’ complicati e quindi… non c’è assolutamente bisogno di ricorrere ad una tracolla : )

    esercizio:
    prendi l’ukulele e tienilo sospeso nel vuoto. deve penzolare, come le prime volte in cui spiegavo come si faceva un barrè. ora… senza ricorrere alla mano destra per suonare gli accordi, con la mano sinistra prova a spostarti sulla tastiera all’interno di un giro di Do.
    in altre parole, reggi il tuo ukulele esclusivamente con la mano sinistra in movimento.

    #28987
    Anonimo
    Ospite

    aggiungo il video relativo all’esercizio: http://www.klip.com/#view=4dssC1

    #28991
    ancorato
    Membro

    Io personalmente ho trovato molto utile l’esercizio proposto qui: http://www.ukeschool.com/ukulele/lessons/ukulele_holding_exercises.html in particolare quello mostrato nel primo minivideo che aiuta ad abituarsi a “chiuderlo con la mano destra”, come ha detto Jontom.
    (spero che non sia un problema se ho aggiunto un link esterno)

    #28992
    ancorato
    Membro

    Io sono un principiante ma mi è bastato eseguire qualche ripetizione dell’esercizio di cui sopra nella prima settimana per acquisire una presa salda senza quasi accorgermi. Ora suono meglio in piedi che seduto, perchè sento meno vincoli sulla mano sinistra ad eseguire gli accordi.

    #28997
    Anonimo
    Ospite

    sì, il concetto è simile. il secondo esercizio che propone è praticamente la stessa cosa però occhio… in quel modo ti “limiti” semplicemente a reggere l’ukulele ma c’è il rischio che la situazione si ripeta quando proverai a fare qualche tripletta in piedi oppure qualche passaggio un po’ più avanzato.

    l’importante, e credo sia abbastanza intuitivo, è capire che se togli dita dalla tastiera o semplicemente le allontani troppo, ti viene a mancare un punto d’appoggio. in quel modo puoi tranquillamente eseguire uno strumming base ma se poco poco ti metti a fare un roll inverso in cui ti è richiesto di alzare un po’ il gomito, l’ukulele spicca il volo : )

    #29016
    ancorato
    Membro

    ma infatti, più che utile per la tecnica in sè, l’ho trovato utile come esercizio da ripetere, prova e riprova alla fine aiuta a prendere confidenza con la presa, più che a suonarlo e basta.
    Parlo più del primo minivideo, il secondo l’ho trovato meno utile, mentre adesso sto provando la tua tecnica, Jontom.
    Poi non voglio discutere con il maestro (non c’è un emoticon che si toglie il cappello?) è solo per portare la mia esperienza da principiante che ha tratto molto giovamento dalla cosa.

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 18 totali)
  • Il forum ‘Uke 360°’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.