piccoli Jack crescono

Aloha Forum YOUke Tube piccoli Jack crescono

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 5 post - dal 16 a 20 (di 20 totali)
  • Autore
    Post
  • #33788
    stefanog
    Membro

    Ecco, direi che il punto è questo: che cosa è l’ukulele? :)
    Buccison, più che un confronto tra tecnica e arte, tu stai facendo un confronto tra tradizione e “modernità”. Per quel che posso dire io che solo da pochi mesi conosco questo strumento (ma aspetto la smentita di JT), se è nato il tenore è prorpio per suonare cose diverse da quelle tradizionale, in particolare il fingerpicking, o comunque il fingerpicking ci sta benissimo. Credo che una bella smossa alla popolarità dell’ukulele lo abbia dato Jack Shimabukuro, fore perchè riesce a a sonare cose moderne senza mettere da parte le figure tradizionali. Mi ricordo le polemiche che accompagnarono il pezzo di Paco De Lucia (genio assoluto), entre dos aguas, perchè “tradiva” il flamenco per il pop/rock…

    comunque guardatevi come suona Paco, alcune tecniche potrebbero essere riutilizzate sull’ukulele :)

    #33789
    buccinson
    Membro

    Io parto sempre dal concetto che i gusti sono sempre personali, non rifiuto l’innovazione in uno strumento, parlavo solo di quello che mi piacerebbe fare con l’ukulele.Ben venga la diversificazione, i generi, le nuove tecniche, non disdegno niente. Grazie a Dio il mondo è vario e lo rispetto, anche perché per me è finita da un pezzo l’età dell’oltranzismo a priori del genere il rock è meglio del pop. Gli ascolti poi…sono ancora più svariati basta affacciarsi e sentire la tua vicina che ascolta Gigi d’Alessio(devo ammettere che un conato di vomito a quel livello mi viene). Il live dell’ ultratecnica non mi piace, ma questo può senz’altro un mio limite e questo non lo discuto alla fine è importante amarla la musica, perché non ha colori o bandiere. Divertirsi rimane il mio motto e credo sia anche il tuo, quindi sotto, a suonare!!!

    #33793
    Marco
    Membro

    però la tecnica un pochino serve. almeno per quello che credo io.

    secondo me serve a farti essere naturale mentre fai certe cose. il famoso motto “impara l’arte e mettila da parte”. gh :D

    tento di spiegarmi: da una parte c’è il senso di divertimento e scoperta che hai davanti ad uno strumento nuovo. io davanti all’uku ero meravigliato. la stessa cosa mi è capitata a 13 anni con la chitarra.
    però devo dire che se con la chitarra non sapevo far nulla, ora con un minimo di tecnica acquisita prima, sono riuscito a fare molti più progressi e mi sono potuto divertire sul suonare vero e proprio.

    la super tecnica non credo piacca a nessuno perchè quando è fine a se stessa da un leggerissimo fastidio lol sa di ostentazione.
    davanti alla tecnica usata per suonare io rimango sempre stupito in maniera molto positiva.

    la tecnica è al servizio della musica secondo me. se poi riduci la musica alla tecnica ciao ciao frown
    forse era eusto il senso del tuo intervento giusto?

    secondo me l’importante è non perdere “la mente del principiante” adore
    poi potredti essere pure steve vai ma a suonare ti diverti tu e quindi si diverte chi ti ascolta sexy_girl

    #33794
    stefanog
    Membro

    Già una volta ci fu una discussione analoga con JT, e riportai una frase che lessi su un articolo dedicato a Segovia, considerato il più grande chitarrista classico di tutti i tempi: “La tecnica di Segovia è migliorabile, l’arte di Segovia è ineguagliabile”. Michelangelo diceva che le sue opere erano al 90% tecnica e fatica, e al 10% arte. Ed era Michelangelo. Premesso ciò, sono perfettamente d’accordo con Buccison e Uedra, la tecnica fine a sè stessa annoia presto. In particolare, ma questo per un mio percorso musicale, vedo l’ukulele esattamente come lo vede Buccison, uno strumento “popolare”, nel senso più positivo del termine, allegro, coinvolgente. Ho comprato un tenore, ma rimango affezionato al Soprano. Per me un punto di arrivo su questo strumento potrebbe essere saper fare le figure dell’ukulelista del post di Buccison, non certo quelle di Fuchigami, e non solo per un motivo di (insormontabile) difficoltà. E’ che proprio per me il fingerpicking è legato alla chitarra, poi chiaramente se vedo Jack Shimabukuro suonare Gently weeps rimango estasiato, e mi piace molto l’ukulele blues, anzi aspetto un manuale di JT interamente dedicato a questo hangloose . Ma questi sono gusti, l’importante è riuscire a provare delle sensazioni suonando, e di conseguenza trasmetterle agli altri.

    #33801
    Jontom
    Amministratore del forum

    Beh non so dirti con esattezza cosa passava per la testa di colui che tirò fuori per la prima volta un Tenore ma credo che molto ingenuamente, volesse avere più spazio sulla tastiera.
    In linea di massima sono per l’ipertecnico che sa dove vuole arrivare. Ma credo che a questo punto non sia tanto un discorso di studio musicale quanto di carattere e “valenza” dell’artista che hai davanti.

    Arrivare a certi livelli, ho sempre pensato che corrispondesse ad un filo diretto fra mente e braccio. Riesci in pratica a comunicare, a dire quello che ti pare e conseguentemente a mostrare quello che sei. Dalla musica che suoni, riesco più o meno a dedurre il tipo di persona che ho davanti. Ed è anche per questo che sono scettico nei confronti dei ragazzetti ipertecnici. Cioè… intendiamoci, non è che non li sappia apprezzare, ma questo tipo di musicista per me è un po’ come il vino. Deve invecchià

    Quindi, parlando di ipertecnica, di personalità (e di artisti di strada)…

    Troy Fernandez

    http://www.youtube.com/watch?v=eY-iX05_XsQ

    I fratelli Shimabukuro

    http://www.youtube.com/watch?v=gZTndfAskLo

    E qui capisci perché Jake è il numero 1. Non tanto per essere stato il primo ad usare live gli effetti ma per quelle 4 note, assolo incluso, che sono il sunto di ogni musicista che si rispetti.

Stai visualizzando 5 post - dal 16 a 20 (di 20 totali)
  • Il forum ‘YOUke Tube’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.