L’ukulele e il futuro

Aloha Forum Uke 360° L’ukulele e il futuro

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 31 a 45 (di 45 totali)
  • Autore
    Post
  • #26191
    Anonimo
    Ospite

    si che poi sono stato anch’io piuttosto lunghetto… sorry folks!

    #26193
    Alice
    Membro

    @ilfulmunauta: Forse non sono stata chiara a sufficienza, però se occupo una facciata da sola non è bello:-) Intendevo che quando si dice “io suono l’ukulele” la gente ti guarda tra lo stupito e il divertito, quando poi provi a fare qualche nome di ukulelista famoso (o bravo!) proprio subentra il panico!
    C’è pure il problema opposto che segnali tu, però io volevo solo far notare le reazioni dell’uditrio comunemente diffuso…


    @JT
    : Senza contare le lezioni che tieni qua su YOUkulele Live!!! Prometto che verrò almeno una volta a Roma per le lezioni collettive, però credimi fa davvero tanto imparare anche un paio di canzoni “alla tua maniera”… quando poi le risuoni davanti agli altri proprio ti rendi conto che hai uno strumento coi controc***i in mano, ti guardano e dicono: “Oh ma dove hai imparato?” E io gongolo XD

    #26194
    Marvin
    Membro

    Tantissima carne al fuoco, provo anch’io a dire la mia. Sicuramente l’ukulele ha un potenziale di attrazione spaventoso perché è piccolo, è carinissimo e poi si porta dietro tutto il fascino delle Hawaii.
    Se poi ci mettiamo anche i vari Vedder e il sempreverde “suonare l’ukulele è facilissimo” è chiaro che i nuovi utenti saranno sempre di più, ma difficilmente andranno oltre ad una considerazione ludica dello strumento. Non che ci trovi nulla di sbagliato, anzi: io ad esempio gioco a basket, non sono in serie A e mai ci arriverò, ma continuo a giocare nelle serie minori perché mi piace. Allo stesso modo se a uno sta bene continuare a suonare il giro di do, buon per lui.

    Se parliamo invece di far acquistare consapevolezza del reale valore dell’ukulele, c’è ancora parecchia strada da fare. Per carità è vero che è lo strumento più gioioso che ci sia ed è un indubbio pregio, ma vedersi (sor)ridere addosso ogni volta che dico cosa suono alla lunga è un po’ frustrante.
    Secondo me al momento, ci manca un musicista di riferimento; in tal senso riscoprire e diffondere Roy Smeck potrebbe essere un’idea: torniamo alle origini e facciamo vedere al mondo perché si chiama pulce saltellante. Probabilmente, però, sono solo un nostalgico amante del vintage…

    Parlando in piccolo di Italia, per me JT stai tracciando la strada giusta, stai facendo tutto quello che puoi e anche di più. Però siamo indietro, tu sei un po’ l’alpha dog e stai formando tanti bravi discepoli; toccherà poi anche a noi rendere più capillare il tuo insegnamento, ma per forza di cose è un processo graduale, non possiamo illuderci che qualche raduno con ukulele e collane di fiori finti ci portino immediatamente l’Aloha Spirit. Magari quando fra tot anni regalerò a mio figlio un ukulele, avremo fatto notevoli passi in avanti…

    Scusatemi se ho scritto scemenze, ma l’ora è tarda. Felice di essere smentito comunque

    #26195

    scusate ragazzi, vorrei fare un’ulteriore considerazione, o meglio, approfondire alcune cose già dette dopo avere letto quanto scritto da voi. Qui si continua a dare per scontato che si possa imparatre a suonare l’ukulele bene e punto. Non potra’ essere mai così, esattamente come non può essere così con la chitarra…mi spiego meglio, ad esempio, parlando di chitarra, sappiamo tutti che anche un bravissimo chitarrista elettrico potrebbe anche non essere capace di fare due accordi di fila su una classica e quasi certamente un grande chitarrista classico avrebbe delle serie difficoltà se gli si mettesse in mano un’elettrica…Per l’ukulele è la stessa identica cosa, l’ukulele parte dalla taglia soprano e arriva fino a quella baritono., e solo per la differenza di sustain degli strumenti non potrà mai esserci un unico modo di suonare l’uke, per non parlare della differenza di stili…L’unica sarebbe veramente una rete di insegnanti, ma ci vogliono tanti soldi…insomma, lo stile di jt e di quelli che suonano il tenore in un certo modo te lo può insegnare jt stesso, ma se ti piace roy smeck e quel genere ad esempio, credo che gli unici al mondo potrebbero essere zaza e wininboy e forse krouk…se volessi imparare lo stile di ohta san, l’unico al mondo in grado di insegnartelo sarebbe proprio lui, se invece si volesse imparare a fare buone performance nell’ambito del blues nero anni 30 la persona più indicata sarebbe max de bernardi, o se volessi andare sul genere classico e rinascimentale che faceva king, allora l’unica sarebbe affrontare un percorso di musica classica…insomma, mi sembra molto più complesso di quanto vogliate farlo apoparire, solo perchè l’ukulele si suona in una marea di modi differenti, e probabillmente la sua bellezza sta proprio la, che non abbiamo in realtà a che fare con un unico strumento, ma con tanti diversi…che meraviglia…per cui ok con l’aloha spirit e quantaltro, però se non me ne frega niente di suonare all’hawaiana, e mi piace suonare la musica americana degli anni 20, non me ne faccio nulla di un workshop con jake stesso, magari chiederei a zaza di farmi qualche lezione su skype…Ecco, solo questo, ci troviamo di fronte ad una marea di stili diversi e a diverse taglie di strumenti, per cui forse, occorrerebbero dei buoni volenterosi per riempire youtube di tutorial di questi vari generi, questo forse sarebbe il sistema più veloce per fare alzare il livello generale…Per quanto riguarda invece la diffusione dell’ukulele nel mondo credo che tutto questo non serva a nulla, e che la diffusione cresca progressivamente proprio grazie all’aspetto ludico di questo strumento, e anche in merito alle performance, una canzone come over the rainbow, ha fatto più di tutte le cose fatta da jake e dagli altri “virtuosi” messi insieme…Detto questo auguri di cuore a tutti per un anno nuovo migliore del precedente, e sopratutto sempre pieno di bella musica, sopratutto all’ukulele…:)

    #26196
    Anonimo
    Ospite

    mmmmmm si in parte sono d’accordo con te, duccio. però un po’ vorrei anche smentirti, perdonami.

    è una considerazione intelligente quella che fai sulle differenza fra chitarrista elettrico e acustico però vale fino ad un certo punto. ripenso a massimo varini o luca colombo e in quel caso il tuo discorso crolla. a sarzana, varini l’ho sentito su un’acustica. inoltre, io e ukulelezazà abbiamo duettato su “while my guitar gently weeps” così come uno dei video che vorrei tanto incidere è “12th street rag”.
    lì la cosa giusta da dire sarebbe che quest’ultimo pezzo viene meglio sul soprano rispetto al tenore. me ne sono accorto mentre lo provavo. per diversi motivi, uno su tutti la differenza di sustain.

    insomma il concetto è: se sai suonare uno strumento alla fine ci fai quello che vuoi.

    attenzione a parlare di “stile” perché lì è chiaro che entriamo nel personale. imparare lo stile di ohta-san vuol dire intendere lo strumento come lo intende lui, con i suoi licks e le sue strummate. ma lì non stai imparando il genere musicale, occhio, stai imparando il modo in cui lui interpreta quel genere musicale. ed è ben diverso.

    creare una rete di insegnanti era esattamente quello che avevo in mente io. non ci vogliono tanti soldi ma il sorriso sulle labbra e la consapevolezza di fare qualcosa di bello, di trasmettere anche altri valori insieme alla musica. i tanti soldi al limite ce li metto io negli spostamenti!! ed è per quel motivo che magari avrei chiesto qualcosa per organizzare gli incontri.
    ma basta aprire gli occhi un attimo e rendersi conto che ci sono persone disposte a spendere tot per una cosa e chiamare arrivista-mafioso-tiranno per un altro che magari non ti chiede nemmeno la metà di quello che prendono altri : )

    sarebbe stato fico creare una rete “unica” di persone da elencare su YOUkulele LAB, no? in modo tale che tutte le volte che vai sul sito ti si apre la mappetta dell’Italia con gli insegnanti di riferimento nella tua regione… in fondo è la stessa cosa che sta facendo James Hill, non è per paragonarmi a lui ma visto che qualcosa la so e che sono ben disposto a viaggiare perché non provarci anche qui?
    non l’avessi mai detto! a momenti qualcuno mi accusava di voler creare un sistema mafioso!

    io non credo che tutto questo sia inutile.

    YOUkulele sta crescendo ora dopo ora ed è bello sapere che hai amici in tutta Italia, per me è il primo segno di uno “spirito” che si sta diffondendo. La cosa che mi dispiace però è che ci sono tanti micro-gruppettini che si rifiutano categoricamente di farsi più di 50km per una chiacchierata o per una suonatina insieme. o anche soltanto fare una capatina la domenica sera su YOUkulele LAB per salutarci.
    Lo so bene che il tempo è tiranno e che i soldi non bastano mai però la bellezza dell’ukulele sta anche nel fare certe cose e nel dimostrare certi valori. in fondo non siamo chitarristi standard!

    non è YOUkulele o Jake Shimabukuro o i miei eBook che non servono a niente… quelli ti lasciano qualcosa e la dimostrazione ce l’hai davanti agli occhi perché su questo sito quasi il 70% degli utenti torna per una seconda visita! (ed è una percentuale altissima… non è facile).
    in qualsiasi topic di presentazione ci sono una valanga di “benvenuto fra noi!” e non manca mai lo stupore dei nuovi arrivati nel vedere in quale bel posto siano capitati!

    le cose che non servono niente sono gli ukulele village a sarzana che trattano l’ukulele come l’angolo per bambini E BASTA, tirare su una manifestazione di quel tipo e avere sul palco centrale uno che suona il MANDOLINO, creare microfrazioni quasi come se milano o torino fossero mondi paralleli da cui è impossibile uscire, schierarsi col guru di ukuleleitalia e non col guru di youkulele, venire qua sopra per mettere il tuo annuncio, rompere i coglioni per ribadire che l’hai messo e SPARIRE nel nulla cinque minuti dopo. dire che l’ukulele è bello, facile, immediato e… STOP “se mi devo sentire un assolo mi sento un assolo di chitarra!”… e per quale motivo scusa?! che c’è di diverso?!

    non serve a niente il tuo atteggiamento che sminuisce l’ukulele relegandolo a figurina da collezione. non serve a niente scrivere cose bellissime su questo sito dalla mattina alla sera se poi non abbiamo visto nemmeno l’ombra del tuo ologramma neanche in uno degli appuntamenti online che teniamo ogni settimana! si è chiaro che ci fa piacere… ma credo che tutti noi preferiremmo avere un approccio più diretto, magari anche in chat! se poi non ti è possibile è ovvio che è un altro discorso… figurati se ti devi sentire in dovere! sappi solo che ci farebbe un immenso piacere.

    ti racconto un piccolo retroscena legato allo YOUkulele Camp dell’anno scorso.
    avevo scritto che non avrei partecipato per dei banalissimi disguidi lavorativi che purtroppo possono capitare. fatto sta che le cose che si erano prospettate due mesi prima avevano preso un’altra piega al punto tale che mi sarebbe pesato (e non poco) venire a Caldogno.
    alla fine, pochi giorni prima, ho deciso sulla base di questo ragionamento molto semplice “c’è di mezzo l’ukulele… ci sono di mezzo le persone che animano il forum e che mi fa piacere incontrare… per quale motivo dovrei mettere davanti altri motivi?” e quindi ero lì ignorando completamente i motivi per cui non ci sarei dovuto andare.
    purtroppo una volta arrivato ero DISTRUTTO dal viaggio e certe situazioni che non sto qui a raccontarti alla fine si fecero comunque sentire.
    ma ero comunque lì a completa disposizione anche solo per suonare 10 minuti ai tavolinetti in un bel fuori programma.

    perché t’ho detto questo? perché se avessi pensato anche solo 10 secondi che non sarebbe valso a nulla non l’avrei fatto. e invece è stata una bella occasione per reincontrare quelli che già conoscevo e quelli che non avevo ancora visto.
    io tutte queste cose le faccio col sorriso sulla labbra. un po’ perché è il mio lavoro e un po’ perché è un piacere. non mi pesa MAI ritoccare questo sito per farlo andare meglio… apportare delle modifiche per venirvi incontro e rendere l’esperienza più piacevole. e ciò nonostante mi ci gioco l’occhio destro che tu rimpiangi ukuleleitalia : )

    per concludere, è anche in questo post kilometrico che vedo un bel futuro per l’ukulele.
    tu, al raduno di Caldogno del prossimo anno o allo YOUkulele Festival o anche solo alla prossima lezione live del 1 Gennaio passerai per farci un saluto? : )

    #26198
    Alice
    Membro

    Sono sinceramente commossa… non ho mai esitato a dire che tu JT ti fai un c**o tanto per noi in cambio di… poco o niente, ma vederselo scritto è tutto un altro effetto.
    E GONGOLO ancora di più a citarti quando mi chiedono da chi sto imparando 🙂

    #26201
    Marvin
    Membro

    veramente nulla da aggiungere, se non grazie JT…

    #26203

    Dai jt, sai che a me fa piacere esserci, però è solo che non è sempre possibile, oltre il lavoro ho un figlio, che tra l’altro fa il liceo musicale, che seguo parecchio, e poi ho tanti altri interessi, collaboro spesso nelle song della mia ex, gioco a un certo livello a tennistavolo, e ho delle amiche con le quali mi piace condividere del tempo…e se non mi hai visto agli ultimi raduni, e se continuasse così non mi vedresti neanche in quelli a venire, è perchè la mia situazione economica attuale proprio non mi consente neppure piccole spese extra…va beh, per ora va così e non sono certo il tipo che si lamenta…Si, ukulele italia è rimasto nel cuore e credo sarà sempre così, non lo rimpiango, però nel cuore è rimasto, così come credo sia anche per te…però nelle cose vicine cerco di esserci, quando max ha fatto il seminario a rozzano, mi è piaciuto fare in modo che potesse seguire un’ukulelata post workshop e anche convogliare persone al suo incontro, ovviamente senza avere nessun interesse economico…come sai le ukulelate che abbiamo organizzato con valerio a milano sono già sei, per cui anch’io nel mio piccolo cerco di muovermi…va bè, tu hai deciso di fare questo anche per lavoro per cui è chiaro che hai la possibilità di stare più sul pezzo…poi vorrei rbadire che io non sminuisco assolutamente l’ukulele, figurati, l’adoro, se è passato questo mi spiace, ma ho cercato di essere il più chiaro possibile evitando fraitendimenti…se amo ascoltare, parlando di virtualismi, di più emmanuel che jake è solo una questione di gusti, come ho ripetuto più volte, ma non mi va neanche di dovermi giustificare per questo, tu sei libero di ascoltare chi vuoi, e ribadisco che il mondo è bello perchè è vario…ogni tanto ho chattato con qualcuno, e ho anche assistito alle tue prime lezioni online, ma forse non mi interessa imparare a fare bene dei pezzi che magari non mi emozionano tanto, e preferisco fare in maniera più semplice quelli che amo di più, ma non ci vedo nulla di male in questo…insomma, ognuno da l’apporto in base a quello che in grado di dare e ha voglia e ha la possibilità di fare…a me fa piacere passare su youkulele quando ho del tempo, però ho altre cose che devo o che ho voglia di fare…in merito a quello che dici che chi suona bene uno strumento poi può fare qualsiasi cosa non mi trovi d’accordo, ma anche qui è solo una questione di opinioni differenti ed io rispetto completamente la tua…a me fa piacere inoltre che tu ti stia muovendo in questo modo con youkulele e e con l’ukulele in genere e non credo che questo sia inutile, dico solo che a me vanno bene anche le cose semplici semplici, e credimi non voglio relegare l’ukulele ad una raccolta di figurine da collezione come dici tu…insomma ho espresso solo la mia idea, come tutti d’altronde…:) Ancora auguri jt e belle suonate! 🙂

    #26205
    Anonimo
    Ospite

    eddai duccio non volevo mica portarti a giustificarti… solo che però diciamola tutta: a rozzano ci vai e ti dai da fare per smuovere la situazione… a cantù non ho visto nemmeno la tua ombra… ma nemmeno una vaga ipotesi del tipo “passa il giorno dopo a milano e ci prendiamo un caffettino!” e non è che stiamo parlando di raggiungermi a napoli eh… non sono 50km ma non sono nemmeno 500! ed è comunque un solo appuntamento che non ricapita così frequentemente.

    ma che la situazione la smuovi per le cose che ti piacciono è giusto e sacrosanto. solo che poi resto un po’ dubbioso su altri particolari che vengono fuori qua e là…

    c’è un topic sul forum in cui chiedo agli utenti di suggerirmi brani da vedere a lezione. perché non ne hai mai fatto uso?

    ukuleleitalia non mi è rimasto nel cuore per diversi motivi:

    1) …praticamente è qui!
    2) c’era un’enorme varietà di video ma il livello era sempre uguale. non vedo come sarei potuto migliorare da un sito del genere… e per me un sito di settore dovrebbe essere in grado di fare anche questo.
    3) gli unici video un po’ più difficili venivano constantemente messi in secondo piano per prediligere l’approccio folkloristico.
    3) non c’era NESSUNA notizia inerente al mondo dell’ukulele, solo svariati album fotografici degli utenti che all’inizio mi incuriosiscono ma dopo un po’……. BOH?
    4) il sito era completamente abbandonato a se stesso con 3000 moderatori per 300 utenti e per me è un controsenso.

    #26208

    Mi spiace jt, invece se fossi passato da milano mi avrebbe fatto piacere organizzare una ukulelata assieme, anche mini e preparata alla buona all’ultimo momento…il topic non l’ho letto, però magari colgo l’occasione e ti chiederò qualche brano…:) Ukulele italia non è nel cuore per qualche motivo tecnico, ma solo come fatto affettivo, forse perche ukulelisticamente parlando siamo nati quasi assieme…e si è vero, eravamo tutti moderatori, ed eravamo tutti un po’ folkloristici…ma era un sito ukulele anarco indipendente…:)
    Comunque visto che è’ realmente difficile che mi riesca a spostare da milano, a meno che non sia veramente un posto a tiro di schioppo, la prossima volta che sarai da queste parti, faremo in modo, se vorrai passare da qui, di fare qualcosa insieme, se riuscissi a organizzare direttamente a milano ancora meglio, si potrebbe fare una cosa simile a quella che abbiamo fatto con max…:) Sia un anno a suon d’ukulele!!! :))

    #26211
    Anonimo
    Ospite

    si ma non mi sembra che su YOUkulele ci sia la dittatura. l’ho detto in più punti.
    non ho mai moderato, corretto o rimosso mezzo post, la sezione tablature è a totale discrezione di ross ed in più regalo spazi web agli utenti per gestire il proprio blog qua sopra a chiunque me lo chieda.

    facciamo che per essere coerenti con le tue parole di “amore universale, pace e bellezza” la prossima volta ti interessi tu, ok? così magari colgo l’occasione per farti un paio di domande su certe voci che mettono in giro sul mio conto : )

    #26213

    Ok, certo, e non credo minimamente che su youkulele ci sia la dittatura, lo sai bene…azz, ma non avevo detto questo, ho solo detto che UI aveva uno spirito anarco indipendente:) comunque siamo ormai in tanti ed è ovviamente diventato un po’ più dispersivo di com’era UI, ma questo era inevitabile, e poi meglio così…In ogni caso sai già che mi manca uno spazio foto ed un archivio video in homepage con le anteprime, ma so che non si può fare nulla per cui inutile parlarne… l’unica cosa che non ho capito è a chi ti riferissi quando hai detto che ti hanno dato quasi del mafioso quando hai parlato di organizzare una rete di insegnanti,…sicuramente non sono persone che conosco, tutte le cose di cui si è parlato a volte con gli amici d’uke sono le stesse che tu sai e delle quali discutiamo come ora sul forum…

    #26216
    Anonimo
    Ospite

    Quando si dice che le passioni trascinano le discussioni eh…
    Luca e Duccio siete nettamente due persone, per me, importanti per quanto riguarda l’ukulele.
    Avete due teste differenti e ragionate in maniera differente. Tutto questo può essere solo interessante e bello…
    Cantù, speravo di esserci ma purtroppo quel sabato (mi pare che era un sabato) ero incasinato con le mie costruzioni…
    Duccio non si muove da Milano??? Lo so benissimo, ho cercato di invitarlo più volte a casa mia per farci una suonata o una chiaccherata ma ha veramente difficoltà nel muoversi per portarlo a Rozzano (vicinissimo a casa sua) gli ho dovuto fare strada 😀 😀 :D… un pò è pigro 🙂 e un pò è incasinato (Duccio non te la prenderai sicuramente se ti prendo in giro, vero?)

    #26218

    Ahah Valerio me fai morì…si, vero, un po’ pigro e un po’ incasinato…:) e lo sai che mi diverto quando mi prendi in giro…lo faccio così spesso anche da solo…:)

    #29051
    spugna
    Membro

    anche nel colorato e virtuoso mondo ukulelistico le dinamiche sono più o meno le stesse…. anche nella giocoleria (arte di far girare le palle) c’è una specie di dibattito : tecnica o divertimento ? per una disciplina del genere è già contraddittorio …. non c’è una risposta vera e propria , a mio parere se non ti diverti puoi aver passato un ‘intera vita a rovellarti unghie su 4 /6 corde, su un bocchino di una tromba un’ancia o su un monociclo ….al pubblico sfegatato, parenti o amici …..arriva, prima prima del suono le tue emozioni, poi certo con la padronanza dello strumento ci si diverte di più, lo studio la tecnica è sinonimo di passione vengono da soli ….
    non so quale sia il futuro dell’ukulele , forse quando non si useranno più le corde, e uscira l’ukuleletouch lo classificherò di seri B……

Stai visualizzando 15 post - dal 31 a 45 (di 45 totali)
  • Il forum ‘Uke 360°’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.