Ko’olau e Pono Ukes

Aloha Forum Uke 360° Ko’olau e Pono Ukes

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 28 totali)
  • Autore
    Post
  • #13751
    albyuke
    Membro

    Siccome sono alla ricerca di un tenor, che, prima di tutto suoni bene e che mi piaccia molto da vedere, toccare, maneggiare ed annusare, trascorro gran parte del mio (poco) tempo in rete alla ricerca di qualcosa che pur non costando tantissimo abbia quel tocco di “fatto a mano” e di “esotico”…

    Una grande fonte di ispirazione è il canale youtube di musicguymic http://www.youtube.com/user/musicguymic http://www.koolauukulele.com/images/koolau/koi1.jpg

    insomma roba per professionisti che manco vincessi al superenalotto comprerei perchè sono dell’idea che uno strumento debba misurare il valore dello strumentista e non del portafogli del suddetto…..

    ma………ebbene si c’è un ma……..c’è anche una serie economica che forse potrebbe fare il mio caso…è il marchio Pono…sempre sullo stesso sito…piazzo ancora due link poi la smetto giuro 😉

    http://www.koolauukulele.com/p-mtthumbs.html mogano solido per il corpo, paletta ponte e tastiera in palissandro capotasto d’osso

    http://www.koolauukulele.com/p-mtdthumbs.html mogano solido per il corpo paletta ponte e tastiera in ebano capotasto d’osso

    strumenti che casomai facessi un viaggio alle hawaii pagherei al cambio attuale 280 euri….

    voi che ne pensate???conoscevate il marchio???avete visto, suonato qlc???pensate siano validi rispetto ai più noti Kamaka e Kanilea???

    su, forza, a ruota libera..

    #18738
    Anonimo
    Ospite

    Sul forum di Ukulele Underground mi pare ne parlino bene, ci sono alcuni utenti fan dei Pono. Nel caso potresti guardarti la sezione mercatino perché ho visto diversti annunci di Pono usati mica male.

    Purtroppo sono già stati tutti ventduti tranne questo annuncio che è stato messo ieri

    #18744
    Anonimo
    Ospite

    si, in parte sono d'accordo con te. sono per il farsi dischi da soli con 3 lire e macbook… è anche lì che misuri il valore di chi lo crea.

    però su uno strumento ci sono dei limiti evidenti di suono che non hanno niente a che vedere col valore di chi lo suona quindi occhio 😉

    #18746
    Anonimo
    Ospite

    esteticamente alcuni modelli mi piacciono, come dice ombra letto e sentito che tutti ne parlano bene, ma mai provato o visto uno dal vivo…

    sono d’accordo con jt che uno strumento ha i suoi limiti, ma sono d’accordo anche con te, quando e se mai suonerò come jt o pablues inizio a pensare ad una cosa tipo kanilea 🙂

    #18774
    albyuke
    Membro

    ciao, grazie a tutti, scusate se intervengo solo oggi ma ieri non ho avuto tempo 🙁

    jt dici che quindi i pono hanno dei limiti di suono???ma rispetto alla fascia media di uke in mogano solido???chessò ohana, kala e anuenue??? tipo http://www.ohana-music.com/teno/tk35g/master.html http://www.anuenue-uke.com/html_version/#frame_ukulele_14 http://www.kalaukulele.com/detail.asp?product_id=KA-ASAC-T possono essere più validi, suonare meglio???e possono andare bene e darmi soddisfazione se dovessi passare ad un livello tecnico sucessivo????

    #18778
    Anonimo
    Ospite

    il pono l’ho suonato una volta e non mi sembrava malaccio. se non ricordo male è una sottomarca kamaka… ma potrei sbagliarmi.
    fra i 3 che hai citato posso dirti che probabilmente gli anuenue sono i migliori. ogni tanto, mi sembra di averlo scritto anche da un’altra parte, becchi il modello kala che suona molto bene, gli ohana boh… a me non dicono nulla.

    #18891
    Anonimo
    Ospite

    Pono mi pare che sia una linea ecomonica di Ko'olau, come giustamente detto da Alby. Fra l'altro voglio incorniciare oltre che quotare questa sua giustissima frase.

     

    “insomma roba per professionisti che manco vincessi al superenalotto
    comprerei perchè sono dell'idea che uno strumento debba misurare il
    valore dello strumentista e non del portafogli del suddetto…”

     

    Devo anche dire che ho notato, sempre sulla sezione Market di ukuleleunderground che diverse persone mettono in vendita fior di Kanile'a e Kamaka, dicendo di aver superato la “fase ukulele” o di aver bisogno di soldi per la nuova mania del momento. Insomma, per evitare situazioni del genere mi pare più che giusto che uno prima di fare spese pazze/avventate faccia pratica con lo strumento e si assicuri che l'interesse sia sincero, serio e duraturo.

    sticazzi

    #18898
    Ross
    Membro

    quoto il saggio ombra

    #19568

    io possiedo un ukulele pono tenor, il modello mahogany spruce top, a mio avviso suona molto bene ha una tonalità più calda ed il suono esce più corposo rispetto all altro mio tenore, il fluke surf. Non sono di quelli che pensano che più un oggetto costa più suona bene anzi….il surf fluke con corde nylgut è eccezionale e non sfigura contro il pono!
    Io l ho acquistato perché volevo uno strumento dalla linea più tradizionale e all solid….come rifiniture, intarsi fa paura da quanto è bello…un oggetto di alta liuteria!
    Se mi riesce quando posso faccio un video per comparare i 2 strumenti.
    Cmq Non parlerei di sottomarca kamaka sono due aziende in principio unite che poi si sono sviluppate separatamente…almeno credo.
    Ciao a tutti

    #19569
    Ross
    Membro

    bella l'idea di comparare i due strumenti con stessa registrazione

    #19578
    daniela
    Membro

    io avrei un parere abbastanza preciso al riguardo. i ko'olau costano sì uno sproposito, ma mi piacciono molto di più i kanile'a a parità di prezzo. che mi pare suonino meglio e hanno più novità. per quanto riguarda i pono, ho provato solo i modelli in koa e in mogano, non ho mai visto nè provato quello in mogano e abete citato sopra. la mia impressione è stata nettamente a favore del mogano, ma non per gusto personale, direi proprio oggettivo. il mogano aveva ovviamente un timbro più squilante, ma anche più ricco, omogeneo, vibratile, e tre tacche di volume in più. il koa era molto molto chiuso al confronto. ma costa il doppio del mogano, viene quindi a costare pochissimo meno di un kanile'a, con cui non c'è paragone neanche per bellezza.

    quello che devo dire è che mi sono piaciuti moltissimo per il legno puro, la finitura inesistente. vanno trattati con cura (come tutti), ma sembrano davvero vivi in mano, senza alcuna patina di vernice, c'è un contatto con le mani, con il corpo, che porta lo strumento ad essere unca cosa dentro di te, non ci sono più barriere, pellicole protettive da una parte o dall'altra. per questo mi sono piaciuti. i modelli matt ovviamente.

    #19585
    doppiosogno
    Membro

    Insomma Daniela citando una vecchia pubblicità di profilattici….

    “Se mi ami….mettiti matt!!” hahahahaha

    #19586
    doppiosogno
    Membro

    Cmq a prte gli scherzi in generale concordo….la finitura lucida è bellissima da vedere e fa risaltare i legni,ma quella matta è bellissima da suonare…il manico è molto più scorrevole

    #19614
    daniela
    Membro

    lovesneaklaugh

    #19619
    Anonimo
    Ospite

    @Daniela: “. il mogano aveva ovviamente un timbro più squilante, ma anche più ricco, omogeneo, vibratile, e tre tacche di volume in più.” Premettendo che ogni strumento suona a se ma per generalizzare sul tipo di materiale usato per la tavole armoniche che si utilizzano per far gli strumenti si dice:

    Abete:  (timbro) suono squillante, pieno di armonici equilibrato su tutta la gamma tonale

                 (volume) molto!

    Infatti è il legno più usato nelle tavole armoniche di moltissimi strumenti dal pianoforte alle chitarre..

     

    Mogano: (timbro) molto medioso e nasale

                   (volume) non troppo direi il giusto

    Infatti è usato abbastanza raramente nelle chitarre per esempio e le chitarre fatte tutte in mogano hanno un suono molto blues deciso con un attacco forte e pochi fronzoli…

     

    (Acacia) Koa: (timbro) simile al mogano ma più brillante e armonico

            (volume) direi poco di più del mogano

    E' un legno poco usato (sarà che cresce solo alle hawaii) nella liuteria, soprattutto per costruire ukulele e fondi e fasce di alcune chitarre di lusso….

    Pensando a come mai gli ukulele son sempra stati fatti in mogano (american Style) o in Koa (hawaiian Style) mi son dato una risposta.

    Il mogano: la Martin ha imposto una timbrica nel mondo degli ukulele con il modello S0 vendendone moltissimi (se non ricordo male 14000 in un anno negli anni 30..) Lo style 0 era lo struemnto a basso costo (il mogano costa molto meno dell'abete)….

    Il koa: Hawaii=ukulele tooth

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 28 totali)
  • Il forum ‘Uke 360°’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.