Kamaka Tenore 2001

Aloha Forum Uke 360° Kamaka Tenore 2001

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 13 post - dal 16 a 28 (di 28 totali)
  • Autore
    Post
  • #18537
    Anonimo
    Ospite

    CLAP CLAP CLAP per Pablues!

    Veramente complimenti…dopo averti sentito suonare mi è venuta ancora più voglia di farti provare i miei ukes….

    il kamaka è sicuramente più preciso e meno chitarroso…è molto dolce al mio orecchio, non è sicuramente un suono da mogano, domanda, che corde monti?

    #18544
    Anonimo
    Ospite

    be direi che qui il discorso cambia e sono d’accordo con valerio nel dire che il KamaKa e sicuramente meno chitarroso e molto dolce, la prima parte in accordatura standard mi piace molto, poi grazie per lo splendido pezzo.

    condivido il discorso delle taglie, io per ora sono in fissa coi soprano e sopranini 🙂 fattore ”gusto personale”

    e per il fatto di suonarlo, magari lo suonassi io come lo suoni tu 🙂

    #18546
    Anonimo
    Ospite

    bella pablues. ti stimo anch'io.

    #18575
    pablues
    Membro

    hey! ……..   ma grazie per i complimenti! troppo buoni! e grazie anche a voi per tutte le cose che, leggendo qui con voi in questo forum, sto imparando.  davvero!

    calcatreppola, uso due mic a condensatore non troppo costosi, si tratta dell' mxl 2006 per la voce (100 euro nuovo)  e del rode nt-5 (160 euro prezzo del nuovo, ma per la qualità che ti rende lo avrei preso anche a prezzo doppio. riprende le chitarre acustiche con una definizione davvero sorprendente.  grande anche sulle percussioni).

    entro in una scheda audio esterna (edirol UA-25  220 euro) e registro due tracce in simultanea con l' aiuto di un semplice software di registrazione. un pelo di reverbero ed esporto in .wma (gli altri formati creano piccoli ma percettibili ronzii ma non so il perchè). sul discorso delle esecuzioni forse hai ragione, usandolo con una tecnica dedicata e adattando i suoi migliori pregi ai generi che più gli si addicono si può ottenere di più. ma anche sugli accordi semplici non mi piaceva proprio, era un chiodo quell' uke!

     

    ilPenna, tienimi prenotato la prova del tuo nuovo resofonico appeno lo ultimi perchè ogni volta che vedo il tuo avatar cado in tentazione!!  devo dire che anche io ho riconosciuto immediatamente, –  nonostante ancora non abbia un grande orecchio sulle differenze timbriche degli uke – in questo Koa, un suono completamente nuovo, e liuteria a parte, parlo proprio di materia prima. è proprio come lo avete descritto voi, dolce e melodioso, elegante e raffinato. spesso mi capita una cosa che mi succede sulla martin, e cioè che lo strumento, dopo un pò che lo suono (tipo 15-20 minuti) improvvisamente migliora.  e non si tratta del ''riscaldamento'' di chi suona, perchè anche un semplice accordo o una semplice nota è percettibilmente più calda e risuonante delle prime. magari è una soggezione mia eh! però la sensazione è netta.

    quando l' ho ritirato l' ex proprietario mi ha detto che montava le corde kamaka… non ho chiesto però come se le procura..   quelle del video che senti sono le aquila però, avevo una muta nuova di normali tenore high g e le ho montate dopo una settimana dall' acquisto.

    differenze? una valanga….    preferisco le aquila in definitiva, anche se quelle corde non erano affatto male. con le aquila ho acquistato volume e corpo, e quel tipico suono che le aquila sembrano possedere a prescindere dallo strumento su cui sono montate. le kamaka, quelle 4 corde marrone sbiadito, sono di diametro leggermente inferiore (mia impressione eh!) e conferiscono al suono meno potenza esaltando ancora di più la melodiosità e la dolcezza della voce. appena le ho cambiate e assestate, come spesso accade tra cose diverse ma di pari valore, ho perso qualcosa e ne ho acquistate altre. sarebbe interessante, visto che le ho conservate perchè ancora in buono stato, rimontarle e registrarci qualcosa con i suoni identici a quelli sopra…ninja

    #18576
    pablues
    Membro

    oooooooppppppssssss!!!!!!!!!!!!  ma quanto ho scritto???? scusate! mi faccio trasportare!!!!shoutshoutshout

    #18577
    albyuke
    Membro

    ciao pablues,

    prima di tutto permettimi una cosa: STI GRAN CAZZI COME SUONI BENE!!!!belin dici che hai poca dimestichezza con lo strumento, per me, invece, tutt’altra roba…io suono da 5 mesi e non sono bravo nemmeno la metà di te…e cmq un’po’ di chitarra l’ho masticata (anche se con grandi pause che mi hanno fatto tornare principiante)…ma dalla roba e competenza che hai nell’home??(?o forse studio) recording deduco che tu sia quasi un pro…

    anyway sulle caratteristiche del tuo kamaka non so che aggiungere…sul fatto che migliori dopo 15/20 min posso dirti che ho notato che, essendo più piccolo della chitarra, l’ukulele si scalda molto a contatto con il corpo..imbracciandolo appogiato sull’addome, sulla pelvi e sulle cosce probabilmente cambia un’po’ la verniciatura, che vedo è lucida, ( a proposito???come sono verniciati gli uke gloss???nitrocellulosa come le strato di un tempo, gommalacca, epossidica o altro??) e quindi il modo di vibrare del legno…

    #18585
    pablues
    Membro

    grazie albyuke,

    non mi dispiace affatto ricevere dei complimenti, mi fa solo piacere. però davvero, e non è falsa modestia, l' uke ancora non sono riuscito a ''studiarlo''. l' ho comprato a mia figlia di cinque anni 5 mesi fa in ferie (10 euro di uke) e dopo che lei si è stancata l' ho usato io per 15 giorni di ferie dalla mattina alla sera senza interruzione. lo portavo e lo suonavo in spiaggia, lo suonavo nel tragitto spiaggia-albergo, suonavo in camera, in bagno, prima e dopo cena……… insomma, mi ha stregato.  ed era pure stonatissimo! figurati quando mi è arrivato a casa il mahimahi concert 87g che felicità ho provato!

    non ho ancora trovato il tempo di dedicarmi all' uso specifico dell' ukulele, quello che senti è la trasposizione dei miei 20 anni di chitarra dilettantistica. anche con la chitarra non ho seguito corsi e scuole, ma nei 20 anni è chiaro che assimili una tecnica propria, anche non volendo.

    non ho idea di come siano le vernici, questo kamaka però è verniciato leggero, cioè, si vedono le piccole aperture del koa direttamente tra la vernice… non è rivestito o coperto completamente dalla vernice, sembra solo una passata leggera. ma non mi intendo affatto di verniciature.

    la roba per home recording costa parecchio (quella professionale), 100 euro per il mic da voce è un prezzo tra i più economici. però anche li abbiamo fatto passi da gigante…. per la stessa qualità,  7/8 anni fa ci volevano 700 euro… anche la scheda audio è tra i primi prezzi. esistono microfoni a condensatore da studio che costano 10.000 euro..   anche se con un buon neumann da 1000 euro sei a posto a vita.

    il mio ''studio di registrazione'' è………………………… il mio secondo bagno! trasformato in studietto per alloggiare le chitarre e il computer…. pensate com'è felice mia moglie…. bohtoothhand

    #18586
    pablues
    Membro

    volevo aggiungere che, in linea con quello che diceva jontom sul pick up più bello del mondo abbinato ad uno strumento limitato, la cosa fondamentale è appunto lo strumento.

    se avete dei soldi da spendere e volete registrare quello che fate, metteteli sempre per lo strumento.

    è meglio un discreto mic che riprende un eccellente strumento di un eccellente mic che riprende un discreto strumento…

    #18588
    pablues
    Membro

    qui si vede qualcosa sul discorso verniciatura, nel caso ci sia qualcuno che riesce ad identificare il tipo di verniciatura usata vedendo la foto.

    li dove c'è il controluce si vedono i piccoli solchi del koa. l' impressione è quella di una passata leggera, ma non saprei proprio.

    e quelle sono le corde kamaka che ho trovato montate su… sembrano meno spesse anche a voi??

     

    #18594
    Anonimo
    Ospite

    I kamaka son verniciati con poliestere (mi sembra di aver letto in giro, ma ora non ricordo dove) sul loro sito dicono laquer che sarebbe lacca in italiano che vuol dire poco niente…Il poliestere è una verniciatura ben resistente abbastanza industriale. Industriale perchè ha una grande resa perchè essendo senza solvente tutto quel che si spruzza rimane lì, a differenza delle verniciature a solvente che una volta che è andato via il solvente si perde di sostanza.

    Le verniciature migliori son quelle alla nitrocellulosa e quelle a gommalacca.

    La nitro è sottilissima e delicata, il solvente se ne va anche dopo anni anche se la maggior parte del solvente si perde in due giorni. Le passate da fare con la nitro per verniciare bene uno strumento son circa 4 o 5 invece per il poliestere ne bastano forse anche 2. Essendo ben vetrosa risponde bene alle vibrazioni.

    La gommalacca è affasciante, brillante setosa al tatto….se ben fatta è proprio una figata!

    E' difficile stenderla e lucidarla, viene usata su strumenti di alta qualità perchè, per esempio sul mio sopranino, ho duvuto fare credo una 20ina di mani! e lo spessore finale è sottilissimo… La gommalacca è delicatissima ma risponde da Dio alle vibrazioni! Un'altro pregio della gommalacca è che se si graffia lo strumento si può ritoccare solo con alcool (che è il solvente) rilucidando lo strumento.

    #18618
    pablues
    Membro

    interessante!

    i tuoi ukulele come sono rifiniti?

    hai un metodo fisso o sperimenti?

    #18620
    Anonimo
    Ospite

    I miei strumenti son tutti verniciati a nitro, ho fatto solo uno strumento a gommalacca…

    per le corde, le aquila son più cicciotte rispetto alle worth per esempio….a volte è piacevole sentir la sostanza sotto le dita! Poi, per te che sei un suonatore di National tooth

    #18622
    pablues
    Membro

    si, viva la ciccia! sulle national il mi cantino è 0.16 sticazzi

Stai visualizzando 13 post - dal 16 a 28 (di 28 totali)
  • Il forum ‘Uke 360°’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.