Kamaka Tenore 2001

Aloha Forum Uke 360° Kamaka Tenore 2001

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 28 totali)
  • Autore
    Post
  • #13729
    pablues
    Membro

    Ciao a tutti,

    è il mio primo messaggio.

    ne approfitto per salutare Daniela di aquilacorde che ho conosciuto al MOA e spero si ricordi vagamente di me e della mia sincera recensione del mahimahi 7g soprano che ho aquistato in quell' occasione.

    E Valerio Pennisi che non ho ancora conosciuto ma ogni tanto ci scriviamo in attesa del nostro primo incontro per poter avere il piacere di provare i suoi strumenti.

    un saluto anche a  Jontom, che non conosco ma apprezzo molto il suo impegno ad onorare questo strumento musicale che ha tutto il diritto di essere definito tale.

    e saluto tutti gli altri ovviamente.

    suono la chitarra da molti anni e conosco l'ukulele soltanto da quattro mesi.

    mi sono innamorato di questo strumento.

    ho preso prima un concert mahimahi, l' 87g, poi un soprano sempre mahimahi, il 7g, e poi un mainland tenore.

    di quest' ultimo non sono stato molto soddisfatto e l' ho venduto (anche se al MOA era il marchio che più mi aveva stupito).

    può capitare.

    ho trovato ad un buon prezzo un kamaka tenore del 2001 tutto in koa, ai tempi usavano il koa anche per manico e paletta, davvero stupendo.

    l' ex proprietario, un collezionista, lo ha acquistato proprio alle hawaii, nello stabilimento di honolulu.

    siccome sono all' inizio con questo strumento, vorrei chiedere a voi più esperti quali differenze ci sono tra i kamaka o i kanile'a ad esempio, se ci sono differenze sostanziali di suono dovute proprio alla costruzione, al tipo di liuteria, ecc.

    e quali altri marchi si possono allineare allo stesso livello (gusti a parte ovviamente).

    insomma, a voi la parola.

    ciao.

     

    il mio uke:

     

    #18499

    intanto benvenuto….

    mi piace il tuo strumento. Ho visto oggi in mano a Shimabukuro per una lezione quello stesso logo.

     

    buone ukuleleate

     

    let's kanikapila

    #18501
    Anonimo
    Ospite

    Sicuramente è uno strumentone love

    Purtroppo non ho mai avuto per le mani nulla di così pregiato, per potere esprimere pareri sensati. Però, visto che sei un fortunato detentore ti rimbalzo la domanda e chiedo a te che differenze di suono e suonabilità ravvisi rispetto a Mahimahi (che conosco personalmente) e Mainland che conosco solo per fama!

    Grazie e benvenuto ancora!

    #18502
    Anonimo
    Ospite

    Alhoa Pablues!

    Ben arrivato su youkulele!

    Hai proprio azzeccato dicendo

    “ci sono differenze sostanziali di suono dovute proprio alla costruzione, al tipo di liuteria”..

    anche se non ho ancora provato nessun kamaka di posso dire che i kamaka hanno una costruzione tradizionale, cioè due o tre catene dietro alla catena maestra (cioè quella dietro alla buca) se provi a violentare il tuo uke con un dito e a tastare dietro alla catena messa perpendicolarmente alle corde sentirai, credo, due catene. Invece i kanile'a hanno un sistema innovativo che si chiama TRU brancing. In poche parole nei kanile'a le catene maestre oltre che essere forate per scaricare del peso hanno dei passaggi per far passare altre catene che mettono in comunicazione i due lobi dell'uke.  Eccoti iun link della kanile'a:

    http://kanileaukulele.com/truBracing.php

    Innovazione non è detto che sia miglioramento, sicuramente è diversità…

    Ciao ciao

    #18507
    ukugio
    Membro

    benvenuto 😉

    #18508
    pablues
    Membro

    molto complesso il sistema kanile'a, sarebbe molto interessante paragonarli mettendoli a confronto con la stessa mano nella stessa stanza!

    io, per mia natura, senza sentire come suonano i kanile'a, sono propenso a sentirmi conservatore, e sono contento che io abbia preso, senza nemmeno volerlo, uno strumento di costruzione ''classica''.

     

    le differenze tra kamaka e mahimahi o mainland o ohana sono abissali, ma è meglio premettere una cosa:

    le tre marche citate, a confronto di kamaka, risultano dei prodotti di una onestà assurda.

    hanno un rapporto qualità prezzo davvero notevole, sono intonati, armonici, ben costruiti, facili da suonare.

    con 200 euro o anche meno hai in mano uno strumento con il quale puoi registrare dischi, fare concerti, esibirti in qualsiasi situazione con risultati eccellenti.

    e questa è una cosa che va assolutamente precisata.

    però appena tocchi un kamaka capisci perchè ci sono tutti quegli euro di differenza.

    io ho avuto solo un mainland tenore e posso confrontarlo solo con questo.

    il mainland che mi è arrivato però mi pareva fosse uno strumento mal riuscito, e quindi non sò se fa testo.. (avrei anche un video su youtube di questo mainland se volete sentirlo, però l' ho migliorato di molto usando un software e aggiungendo compressore, revereb, ecc…dunque non rispecchia la realtà acustica)

    come già detto, quando ne provai tanti, i mainland erano quelli che preferivo, dunque non sò..

    il kamaka è incredibile, ha ottime armoniche, ha un' ottima proiezione, un ottimo volume, un manico che sembra più largo, ma non so, per questo bisognerebbe leggere le specifiche dell anno in questione.

    il vecchio proprietario lo ha fatto settare con action abbastanza bassa, e io credo che la farò alzare perchè sono convinto che si possa ottenere molto più volume con action standard.

    però, davvero, solo con il kamaka mi capita di chiudere gli occhi e suonare per tanti minuti quasi in trance, godendo del suono come mai mi era successo prima su altri uke.

    e ovviamente è molto difficile descrivere bene la sensazione.

    ma la superiorità è davvero notevole, non si tratta di sole sfumature.

    #18511
    Ross
    Membro

    benvenuto e grazie per il contributosmile

    #18515
    Anonimo
    Ospite

    Ciao pablues,

    intanto ti ringrazio per le parole spese prima. Da endorser Kanile'a (perdonami l'autoreferenzialità a mazzi) intanto ti posto una foto dell'interno di un modello scattata in occasione della mia visita alla fabbrica di Kaneohe:

     

    Questo sistema è dovuto allo studio di Joe Souza su come far propagare il suono. Unisci anche il fatto che il “buco” è leggermente più ampio rispetto a tutti gli altri strumenti in circolazione e che anche la forma è leggermente diversa. Proprio per questi motivi i Kanile'a vengono spesso chiamati strumenti rivoluzionari.

    Parlando con un commesso di Ukulele Puapua invece sono venute fuori le differenze principale fra le 3 K: i Kamaka hanno il suono tradizionale per eccellenza, i KoAloha anche ma sono più moderni, i Kanile'a sono più “chitarristici”.

    Sul discorso dei 200 Euro e del risultato eccellente dissento. O meglio… dipende dalle situazioni. Se hai intenzione di registrare un determinato tipo di suono possono andare bene. E anche dal vivo comunque fanno la loro bella figura. Questo qua è il suono di un Tenore 87G microfonato da un banalissimo SM57 + DI (credo della Behringer):

    Nessuno dirà MAI che suona male. Ma essenzialmente perchè è in una situazione solista in cui non viene richiesto di esaltare più di tanto le caratteristiche di uno strumento. E' ottimo per “inserire” l'elemento ukulele all'interno di un arrangiamento pop o di qualsiasi altro genere ma qualora dovessero nascere delle pretese oppure più semplicemente focalizzare l'attenzione sull'ukulelista vengono ahime fuori tutti i suoi limiti.

    Resta inteso il fatto che il Mahimahi Tenor 87G l'ho suonato live fino a poco tempo fa e non mi ha mai deluso. Cosa ancora più importante, ancora oggi continuo a studiarci sopra.

    Però se vuoi risultati eccellenti devi avere un ukulele eccellente. Su quello c'è poco da discutere. E' una questione che torna fuori anche quando ti poni il problema di amplificare il tuo strumento. E' chiaro che passi del tempo a scegliere il pickup giusto ma se non hai dietro una “base” con le palle, puoi avere il pickup migliore del mondo ma l'unico risultato che otterrai sarà amplificare i limiti del tuo strumento.

    Anyways… fra tutti i modelli che ho avuto il piacere di provare i Mahimahi, fra quelli sotto i 500 Euro sono i migliori. Poi ogni tanto può capitare che becchi il modello Kala che suona bene, oppure l'aNueNue che assolutamente merita una menzione speciale. Però in linea di massima i primi, come hai detto tu, sono quelli più “onesti” e assolutamente all'altezza per il 95% dei casi.

    Per me il consiglio è sempre lo stesso: per iniziare Mahimahi, senza nemmeno pensarci troppo sopra (anche perchè l'87G ed il Willow sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza acustica) e per chiudere la partita Kanile'a. Sorry per i Kamaka ma io ho venduto la mia anima a Joe e Kristen Souza. Proprio non riesco ad immaginare un ukulele migliore.

     

    PS: Jake è endorser Kamaka, è per questo che hai visto quel loghetto 🙂

    #18518
    Anonimo
    Ospite

    benvenuto pablues e complimenti per l’ukulele. tra l’altro anche io possiedo un 7g e ho apprezzato la recensione sul mercatino.

    #18519
    ukugio
    Membro

    uno dei tuoi primi ukuleles è stato un concert 87 g mahimahi, il mio attuale strumento #.# però suona bene dai laugh

    #18527
    pablues
    Membro

    Jontom, hai ragione.

    la parola eccellente è esagerata, sarebbe stato meglio scrivere ''buon risultato''.

    volevo solo sottolineare l' incredibile rapporto qualità prezzo che oggi si può trovare sugli strumenti in generale.

    se pensiamo anche alle chitarre acustiche anni 70 economiche e a  quanto facevano pena e le paragoniamo ad alcune cort economiche odierne… non c'è paragone.

    l' obbiettivo mio, il messaggio, era: ''non c'è bisogno certo di un uke kamaka per poter suonare bene e godere di questo strumento, anche in fase live o home recording''

    l' eccellenza, sono d' accordo con te, è un' altra cosa.

    vi posto il video del mainland che a mio parere non suonava affatto bene:

     

     

    ora, a parte la mia inesperienza sullo strumento, l' assenza assoluta di volume e armoniche (compensate da compressori ed effetti), sarebbe comunque considerato ingrato un commento totalmente negativo su questo uke che si trova nuovo sui 200 euro?

    io credo di si, credo che oggi siamo arrivati ad un livello abbastanza soddisfacente anche se il reparto economico è quasi tutto ''made in china''

     

    sulla tua preferenza kanile'a ho poco da dire, non ne ho mai provati.

    ma non ho preconcetti.  se provando un kanile'a mi dovessi accorgere che il suono è più vicino alle mie esigenze cambierei il kamaka immediatamente.

     

    ma qualcosa mi dice che su queste due marche si potrebbero aprire infinite discussioni in stile ''fender vs gibson'', e come al solito, senza arrivare ad un risultato, perchè in queste cose il fattore ''gusto personale'' non è l' opzione ma il fulcro della scelta.

    ora però sono curioso di provare un kanile'a! laugh

    #18528
    Anonimo
    Ospite

    Wow che blusettone!

    surprised

    #18529
    Anonimo
    Ospite

    per il video senza parole…

    complimenti!

    L’uke a me non dispiace affatto…

    l’unica cosa che non mi stuzzica tanto ed è un parere personalissimo è il suono molto simile a quello di una chitarra

    comunque ancora complimenti e curiossisimo di sentire il kamaka ora 🙂

    #18535

    beh, complimenti…

    una bella registrazione! che microfono usi e come lo registri?

    pensando alla qualità di altri video non così curati, devo dire che mi sento di condividere “a distanza” (cioè a parità di confronto, un confronto del tubo, in effetti) le tue osservazioni sul volume e soprattutto sulle armoniche dello strumento. C'è da dire che avendo tu già molta tecnica inevitabilmente ti meriti un uke alquanto performante… Ma è forse possibile che alcuni giudizi siano falasati dal genere che suoni sull'oggetto? intendo dire che forse non tutti gli uke di fascia media vanno bene per tutti i generi, ma con caratteristiche diverse si adattano meglio ad esecuzioni specifiche…

     

    quando scrivo troppo fermatemi!

     

    bravissimo, pablues!sticazzi

    #18536
    pablues
    Membro

    grazie tronchetto, ma davvero quel tenore era scarsino, l' ho dovuto elaborare parecchio per fare uscire quel suono.

    il discorso ''sembra una chitarra'' forse è perchè non ho ancora imparato io a usarlo come ukulele, ma ho notato che a livello di taglie, a mio personalissimo parere, andando oltre il soprano e il concert, c'è poco da fare….  quel suono li, tipico dell' ukulele, si perde arrivando al tenore.

    la tensione aumenta e quel tipico sfarfallio delle corde che si ottiene con la scarsa tensione di soprano e concert non esiste più, creando un suono che si allontana parecchio dalle taglie più piccole.

    per certe cose però il tenore è assolutamente indispensabile.  ad esempio il solista.

     

    eccovi il suono del kamaka:

     

     

    al file è stato aggiunto solo un leggerissimo reverbero perchè nella stanza dove registro c'è un' acustica che non è proprio il massimo, e nei vari passaggi, cioè tra l' esportazione del file dal software di registrazione al pc e poi dal caricamento dal pc in youtube si sono perse importanti sfumature del suono. in linea di massima però, questo è il suono effettivo dello strumento. il file wave sul software però è decisamente meglio.

    ah, importante! il file sonoro è diviso in due. i primi due minuti sono in accordatura standard, e poi l' ho accordato baritono ma senza però cambiare le corde. il vecchio proprietario lo usava così. in effetti lo strumento si mette a vibrare come un pazzo… il volume raddoppia e le armoniche pure. le vibrazioni si percepiscono sulla pancia mentre suoni, è una cosa incredibile. se potessi avere quel suono con una tensione maggiore sarebbe il massimo.  ovvio che, anche in questo caso, il suono tipico dell' ukulele si perde. ma che suono però!

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 28 totali)
  • Il forum ‘Uke 360°’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.