Il metodo ideale per imparare l’ukulele – consigli e suggerimenti

Aloha Forum Piazza Italia Il metodo ideale per imparare l’ukulele – consigli e suggerimenti

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 24 totali)
  • Autore
    Post
  • #14477
    Jontom
    Amministratore del forum

    Ragazzi, sono al lavoro su un nuovo metodo didattico per imparare a suonare.
    L’idea è quella di racchiudere la BIBBIA in poche pagine quindi sto pensando alle cose più importanti, quelle che assolutamente vorresti vedere in un libricino da non più di 30 pagine, pratico, tascabile, da infilare nella custodia e portarselo in giro.

    Più o meno direi che ci sono… Certi concetti vorrei racchiuderli a priori perché penso che in altri metodi siano sottovalutati mentre in fin dei conti pagano molto di più di altra roba su cui magari si spendono fin troppe pagine.

    Vi giro la domanda:
    diciamo che vi siete comprati il primo ukulele e avete davanti a voi quel librettino che vi spiega come si suona. Cosa vorreste vedere all’interno?

    Grazie mille per i suggerimenti : )

    #27479
    Ross
    Membro

    io e enrico abbiamo fatto un manualetto molto sintetico per bambini siamo alla seconda rielaborazione…un lavoraccio…. siamo partiti dalle loro domande quindi con una parte introduttiva su come è fatto un ukulele e le varie note sulla tastiera …abbiamo scoperto che la prima cosa è la scala di conversione delle note poi come si accorda la Diteggiatura degli accordi e di seguito i più usati …..i vari giri C G ecc… sempre riportando le diteggiature dopo di che una serie di pezzi con accordi semplici seguendo un pò i loro gusti ….lavoro faticosissimo… la seconda parte inizia con cenni su come leggere una tablatura e relativa diteggiatura……ma sinceramente la devo un pò elementerizzare i nostri bimbi hanno dai 5 ai 10 anni la fascia di età è molto estesa …. abbiamo aggiunto qualche altro pezzo con tablatura e accordi ….ad ogni fine argomanto o canzone disegno in BN da colorare ….. la cosa che dovremmo aggiungere è lo strumm ma non è facile trovare qualcosa di efficace per i bambini meglio la spiegazione diretta mentre potrebbe essere molto utile in un primo manuale… magari usando il tuo sistema delle freccette molto efficace …..manuali in giro se ne trovano abbastanza e sai come la penso quindi mi fa molto piacere che tu abbia deciso di cercare di fare qualcosa di sintetico e pratico …che dire potrebbe diventare un primo libro anche per i nostri ragazzini

    #27483
    Anonimo
    Ospite

    In effetti l’intervento di Ross punta il dito su una questione importante. Il libretto si rivolge a una persona che già suonicchia e si avvicina all’ukulele o a qualcuno che non ha la minima nozione di musica?

    Comunque io se dovessi scrivere una specie di opuscolo per super profani lo strutturerei più o meno così.

    Spiegazione della tastiera di un ukulele con paragone con quella del piano. Ogni tasto un semitono e via discorrendo.
    La teoria base di cos’é un accordo e come costruirlo.
    Le forme di accordo e come te le ritrovi coi vari rivolti sulla tastiera e prontuario degli accordi.
    Tecniche di strum base.
    Come si legge una tablatura.

    Credo che si possa stare in 30 pagine.

    #27484
    Anonimo
    Ospite

    eh in effetti non l’avevo specificato.
    no, non è rivolto a bambini. cioè, non espressamente. è il classico libricino che ti ritrovi nel negozio di musica, quello a 5 euro o giù di lì che ti mette sui nastri di partenza per iniziare a suonare.

    qualche spunto me l’avete già dato: ho aggiunto ai primi capitoli più materiale su “come riconoscere le note”.
    ombra, la teoria dietro la costruzione di un accordo e le altre cose che hai suggerito sarebbero interessanti però occhio perché l’hai rivolto a persone che in qualche modo hanno già avuto a che fare con la musica.
    so che sembrerà strano ma la domanda più gettonata non è tanto come si costruisce un accordo rivolto ma come si tiene l’ukulele!

    sto cercando di immedesimarmi in chi lo acquisterà e lo sto improntando un bel po’ sul pratico… credo che alla fine vogliano suonare il più presto possibile e seguo sempre la regoletta di Roy Sakuma “…dagli qualcosa di cui potersi vantare a casa!”
    quindi sotto con esempi concreti di strumming sulla falsariga di “50 ukulele strums”: non più esercizi astratti ma ad ogni rigo corrisponde un genere musicale. riff famosi che mi servono per spiegare il fingerpicking. come leggere una tablatura e soprattutto, cosa che secondo me viene sottovalutata, come leggere una chord chart! lo so che sembra banale però a volte i miei alunni si perdono… parto dal concetto che chi acquista un ukulele il più delle volte non ha mai avuto nemmeno lontanamente un approccio a queste questioni quindi la ritengo cosa buona e giusta spendere due parole anche su concetti di questo tipo… e anche in questo caso lo faccio tramite qualche ritornello famoso.

    vediamo come va… non dovrei metterci molto. intanto se avete altri suggerimenti fatevi sotto!

    #27485

    io sono una voce fuori dal coro… forse perché comunque vengo da avere studiato pianoforte e organo, ma quello che a me manca nell’ukelele non è cominciare, ma continuare. Sono passato alla chitarra anche per i suoni bassi, ma soprattutto perché ci sono dei metodi con cui puoi andare avanti, imparare qualcosa di più non perché sei talentuoso o sei nel giro giusto, ma perché ti dicono chiaramente: se vuoi arrivare lì devi studiare. Però io ti accompagno.
    Sull’ukulele si può strummare subitissimo, ci si può vantare in casa,ma dopo per fare il salto non si capisce bene in che direzione si deve andare (premetto che io non voglio sbattere la testa a trovare da solo tutto… ormai faccio altre cose, voglio soltanto ubbidire ciecamente il manuale).

    Scritto questo, se dovessi cominciare subito io correi il contrario di quello che dice Ombra: dammi subito tre canzoni famose da suonare (quindi lettura delle tab, due strum e via)… a quel punto spiegami come andare avanti con altri accordi e nuovi strum (hai quel bel metoduccio delle frecce), e allora puoi spiegarmi un po’ di teoria: come funziona la musica, cosa succede sulla tastiera, eccetera. e fai qualcosa di più, tipo fingerpicking e basi… a quel punto due dritte sull’improvvisazione e sui lick, se credi (ma mi sembra un po’ troppo) ma già il fingerpicking lo metterei molto dopo…

    #27486
    dduck
    Membro

    Confermo: come tenere l’ukulele è stato anche per me un problema non banale.
    Immagino che indicare le diteggiature per gli accordi base sia un altro punto fondamentale.
    Potrebbe essere sensato mettere una mezza paginetta di “consigli d’ascolto”, tipo nomi di qualche artista di ukulele che valga la pena ascoltare perchè “classico” (penso alle persone che si avvicinano all’ukulele tramite Eddie Vedder ma non hanno idea di chi sia Israel Kamakawiwo’ole) e un paio di link ad altre risorse didattiche in senso lato, quindi sicuramente youkulele-lab, poi magari ukulelehunt, ukuleleunderground e gochords.

    #27487
    Anonimo
    Ospite

    eh… i consigli per l’ascolto non è una cattiva idea… solo che dopo un po’ dovresti riaggiornarli e non so quanto possa essere fattibile

    #27488
    Alice
    Membro

    Accidenti, argomento molto interessante!
    In effetti ci sarebbe da fare una distinzione tra libretto destinato a qualcuno che non ha mai tenuto in mano alcuno strumento o se è per quelli che comunque hanno una base anche minima (cit. Ombra)…
    A che gruppo di persone ti rivolgi JT? Così magari imbrocchiamo subito l’argomento e ti diamo consigli utili anziché fiumi di parole (i Jalisse hahahah)…
    Però è anche vero quello che dice Calca: inziare a spizzicare un giro di do è alla portata di tutti (come lo è stato per me l’estate scorsa), ma come “mi evolvo” per iniziare a suonare seriamente, imparando anche altre nozioni? E’quello secondo me il momento-chiave che ti spinge a cercare nel web qualcosa di più serio, e sono approdata nel sito.

    Personalmente, da secchiona cagac…i quale sono, mi piacerebbe vedere alcune pagine di teoria, ma teoria seria e noiosa da scuola di musica! Tipo: nell’accordo di SOL uso 3 dita mentre in quello di DO solo uno, perché? Come si costruisce un accordo? Come posso spostare quell’accordo lungo la tastiera? E’inutile che mi faccio un tenore se poi mi limito a suonare al max al 4°tasto, tanto vale che mi prendo un sopranino…
    Poi secondo me lo strumming e il fingerpicking vengono abbastanza da sé (parlo sempre per esperienza personale), magari ti dai uno sguardo a No Panic e agli Ukulele Strums&Licks, prendi spunto, cerchi di imitare e/o prosegui per la tua strada! Non è facile spiegare a parole come si fa un chunk (ho imparato quello “serio” a casa di JT in 10min, da sola imitando non ce l’avrei mai fatta) o alcuni tipi di strums, a questo punto essendoci già gli altri libri interattivi se il libretto dev’essere di teoria che sia di teoria vera e propria!

    Per darvi un’idea di quello che intendo, vi linko la pagina dal quale sto studiando attualmente:

    http://xmau.com/musica/teoria/index.html

    forse è un po’ troppo per un libretto di 30 pagine, ma sono arrivata al punto di dire che adesso mi serve la teoria per progredire… fermo restando che è solo la mia opinione, non voglio convincere nessuno e potrei anche sbagliare!

    #27492
    Anonimo
    Ospite

    La persona tipo a cui è rivolto questo libro è quello che entra nel negozio di musica e si compra l’ukulele perché “dai…. cazzo ti frega!! 30 euro!! è divertente!!” a quel punto l’amico gli fa “vabbè ma lo sai suonà?” e lui “boh? vabbè ma perché non è come la chitarra? vabbè… per sicurezza fammi prende sto libretto va… 5 euro… che sarà mai”

    nel frattempo aggiungo figure su figure… porcoddue sto libretto è una galleria fotografica.

    #27498
    Frittola
    Partecipante

    jt io che ho l’approccio da non musicista, avevo comprato un ukulele in tempi non sospetti, sempre a causa tua, quando hai pubblicato non so dove (forse erano ancora i tempi di wave9) un accordatore in flash.
    quell’ukulele ahimé fu messo nello sgabuzzino e poi si ruppe una corda e infine non so neanche dove sia finito.
    riacquisto un altro ukulele dopo un anno e mezzo (GW) e il libretto (metodo per ukulele) si basa su accordatura forse di baritono non so, risultato corde tiratissime, moooolto alte e le due canzoncine allegate sono una cagata pazzesca, ripongo il libercolo e comincio a studiare sul web.

    Per me il libriccino dovrebbe rispondere alle seguenti domande:
    1) che cazzo ci faccio co sta chitarrina a parte farmi prendere per il culo per un po’
    Ciapa 5 o 6 classiconi con stampa dell’accordo, di quelli che fai casino se strummi da ignorante e la gente attorno a te ma anche tu non puoi che sentirti un fico perché suoni uno strumento diverso
    2) ma come lo devo tenere in mano (se no si comincia male e si resta legati alla postura sbagliata come me)
    Spé che ti spiego come si imbraccia in piedi, seduto, coricato, sottosopra e sul tagadà
    3)Curiosità, se voglio fare qualche altro accordo?
    Becchite le solite tavole con tutti gli accordi standard, ma introdurrei la possibilità per ogni accordo di prenderlo qualche tasto più in la, non più di due alternative a quello base.
    4) Figo, ora si che faccio sul serio quasi quasi sto strumento mi intrippa
    E allora sparati due esercizi di strumming (estratti dal tuo favoloso lavoro) giusto i quattro tempi per suonare bobmalley, un paio di blues, gli U2 e i cantautori italici.
    5) Ora che mi sento tutto musicista non posso non provare a far finta di fare due o tre assoli, giusto quello blues e magari qualcuno famoso tipo stairway to heaven o magari wish you where here cioé i classiconi della chitarra che cantano pure i bimbi di 10 anni e che se li suoni solo dieci minuti poi sei la star della serata, se li suoni per due ore sei il pirla che suona e gli altri che si fanno i cavoli loro.
    Stampa due o tre scale per allenamento e due o tre assoli di classicone, magari legati alle canzoni precedenti.
    6) minchia ma come fanno quelli a slippare sulla tastiera, vibrare e tricchettraccare?
    due note ma proprio due su chunck, slide, vibrato e pizzico (si vede che su questo io sono proprio una melma putrescente e non ne capisco una mazza)

    e poi finisci in bellezza dove in una pagina scrivi tutti i link compreso questo dove trovare risorse, tutto rigorosamente youkulele, per cercare il resto una volta entrato nel vortice si è bravi tutti 😀

    penso che 30 paginette potrebbero bastare.

    #27499
    Frittola
    Partecipante

    ps, naturalmente il metodo di accordatura se no tutto quello che viene dopo si attacca al tram

    #27503
    Fuke
    Membro

    quando ho preso il mio primo uke ho cercato un manuale serio a partire dall’inizio perchè quelli da tutto in 5 minuti li ho sempre snobbati per i motivi detti da JT sopra, tipo tante foto e niente arrosto o solo spartiti di fra martino campanaro e roba simile.
    secondo me oltre a tutti gli ottimi consigli gia dati opterei per un buon titolo e copertina, in modo da far capire che questo manuale non è come gli altri.
    di solito hanno colore di fondo, pentagramma e scritta con “metodo per ukulele” …. ecccheppallleee!!!

    perchè non: “FATTI PRENDERE DALL’UKULELE” e sotto
    4 CORDE CHE TI CAMBIERANNO LA VITA.

    magari è una cagata pero è un po diverso dal solito.
    all’interno i vari accordi, come si tiene l’ukulele, mano destra e mano sinistra e un paio di canzoni tanto per farti capire che ce la puoi fare.
    ma piu che altro io avrei bisogno di rassicurarmi con una scritta tipo:

    questo è il rudimento che ti porterai avanti per sempre.

    Casptia io sono batterista e dopo quasi 15 anni mi faccio ancora la mia paginetta di rudimenti
    è stata indispensabile.

    poi link di youkulele e per approfondire link per no panic e strumming …

    Ciao 🙂

    #27505
    Anonimo
    Ospite

    Ragazzi intanto grazie a tutti per i vostri punti di vista.
    La cosa positiva è che la penso esattamente come voi : ) C’è da dire che sto cercando di stare un po’ nel mezzo… cioè SI alle tante foto PERO’ ci dev’essere innanzitutto sostanza, una marea di pezzi famosi (NO fra martino), chord chart e tutto il resto che viene agli inizi.
    Sono sempre stato del parere che innanzitutto l’alunno vada fomentato quindi: sotto innanzitutto con la musica e a seguire le domande che (si spera) ti verranno spontanee per proseguire.

    #27506
    chrisuke
    Partecipante

    Ehi JT ciao sono Chris,
    in attesa di approfondire per bene il tuo NO Panic provo a dire la mia sul tuo nuovo progetto.
    Per me indispensabili sono una introduzione discorsiva da fomento (l’inizio è il più duro una speranza tocca pur darla) e una buona chord chart (maggiori,minori, 6 e 7 (+ qualche rivolto) e magari anche le 9 bastano secondo me….se si arriva alle altre alterazioni significa che si è pronti per il prossimo metodo :). Naturalmente se in una partitura c’è un accordo alterato si deve decidere se semplificarlo nella partitura o aggiungerlo alla chart).
    io la guida all’ascolto ce la metterei per il semplice motivo che è uno stimolo all’emulazione che rafforza il concetto “all’inizio è dura ma guarda dove puoi arrivare”.
    Tante partiture e songs da suonare perchè è la prima cosa che si guarda quando si acquista un primo metodo ed è poi la cosa su cui si rimarrà più tempo. In appendice anche tante risorse internet per chi non è addentro al mondo dell’uke.
    Come dicono tutti i primi rudimenti su come si tiene l’ukulele, come si cambiano le corde e le prime tecniche di strumming sono utilissime.
    Escluderei qualsiasi richiamo all’armonia….la costruzione degli accordi andrebbe solo accennata per stimolare la curiosità, ma è un concetto troppo vasto da approfondire in 30 pagine secondo me rischia di diventare solo un accenno del tipo “vorrei ma non posso” :D. Magari spiegare da dove vengono questi accordi, ma rimandare al successivo metodo la teoria. Magari una buona percentuale di chi si avvicina all’ukulele sarebbe interessata ad approfondire la teoria, ma non credo che l’obiettivo di chi compra questo metodo sia quello. Per ora mi viene in mente questo 🙂

    #27522
    Anonimo
    Ospite

    Ok ragazzi, grazie a tutti. Ho fatto tesoro delle vostre indicazioni e ho cercato di trovare un giusto compromesso…
    Il taglio è sempre lo stesso: Jt che ti parla a quattrocchi.
    Il formato, a differenza degli altri eBook, dovrebbe essere un A5 orizzontale.
    Il titolo provvisorio è “No, è un ukulele – Guida definitiva per iniziare a suonare la pulce saltellante”

    Eccovi l’indice:

    Aloha! 4
    Un ukulele per ghermirli tutti 6
    Come si tiene l’ukulele 8
    Come mettere le dita 9
    Come trovare le note 10
    Come accordare l’ukulele 11
    Gli accordi principali 12
    Come cambiare le corde 13
    Che dito usiamo per suonare 14
    Suoniamo i primi accordi 16
    Il giro di Do e il giro di Sol 17
    Suoniamo a tempo di musica 18
    Sciogliere il polso 19
    Accompagnarsi sull’ukulele: lo strumming 20
    Il chunk 22
    Come leggere una chord chart 24
    Come leggere una tablatura 26
    Dentro una tablatura 30
    Come numerare gli accordi 31
    Il fingerpicking su ukulele 32
    Esercizi di fingerpicking 34
    Il barré 36
    La scala di Do maggiore 37
    Le triplette 38
    Suoniamo l’ukulele 40
    Consigli per andare avanti 48
    Consigli per l’ascolto 50
    Risorse utili 51
    Note 52
    Prontuario degli accordi 54

    Seguendo lo schema delle freccette, ci sono 8 esempi di strumming: Rino Gaetano “Gianna”, The Cranberries “Animal Instinct”, Guns N’ Roses “Sweet Child o’Mine”, Johnny Cash “Folsom Prison Blues”, Pink Floyd “Mother”, Rino Gaetano “Gianna” (con il chunk), Iz “Over the Rainbow”, Dire Straits “Sultans of Swing”

    1 Esempio di chord chart: Jimmy Fontana “Il Mondo”

    8 Esempi di tablature (ogni tab ha un massimo di 8 battute per non incorrere in problemi di copyright): Evanescence “My Immortality”, Nino Rota “The Godfather”, Coldplay “Trouble”, Vic Mizzy “The Addams”, Eric Clapton “Tears in Heaven”, The Doors “People are Strange”, Johnny Cash “Ring of Fire”, Madonna “Papa Don’t Preach”.
    Ovviamente ogni tablatura è accompagnata dalle note per facilitarvi lo studio.

    Lungi da me inserire qua dentro Fra Martino campanaro dormi tu dormi tu ecc ecc

    Ora non ci resta che aspettare e incrociare le dita.

Stai visualizzando 15 post - dal 1 a 15 (di 24 totali)
  • Il forum ‘Piazza Italia’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.