Essere o NON essere! questo è il problema!!! (ukes a confronto)

Aloha Forum Uke 360° Essere o NON essere! questo è il problema!!! (ukes a confronto)

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 10 post - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Post
  • #13569
    magomacco
    Membro

    Il quesito shakespeariano è praticamente niente in confronto a ciò che sto per chiedervi….

    Meglio un ANUENUE PAPA II MAHOGANY (http://www.mercatinodellukulele.it/it/home.html?page=shop.product_details&flypage=ilvm_fly_admirable.tpl&product_id=348&category_id=3)

    Oppure un MAHIMAHI WILLOW???    (http://www.mercatinodellukulele.it/it/home.html?page=shop.product_details&flypage=ilvm_fly_admirable.tpl&product_id=36&category_id=3)

     

    Poi uno che esteticamente non mi piace proprio: OHANA ALL SOLID    (http://www.mercatinodellukulele.it/it/home.html?page=shop.product_details&flypage=ilvm_fly_admirable.tpl&product_id=32&category_id=3)

     

    E poi un'altra cosa: voi che lo capite, potete dirmi che diamine di senso ha una cassa di risonanza soprano su una tastiera concert? all'atto del parto forse li tirano troppo per la tastiera???

    Non si rischia di avere un concert che suona di meno? (ovviamente mi riferisco all'anuenue)

     

    Ragazzi, ora incanalate la vostra esperienza e argomentate come non avete mai fatto!!! 🙂

    #16563
    Frittola
    Partecipante

    io tengo il primo e sono strafelice

     

    il tastierone non lo cambierei per niente al mondo. quando provi a fare un po' di blues sul la, senti quello squittio al tasto 17 che ti manda in sollucchero. Poi torni al tenore normale e ti ritrovi a pigiare la corda vicino ar buco.

     

    è inutile poi dire del valore estetico dell'oggetto, quel legno marchiato a fuoco è uno spettacolo, certe volte mi basta solo toccare gli omini con i polpastrelli al posto di suonare, mi solletica il sonno (ma io mi sono ammalato).

    Suona da straDDio, ma non ho provato altra roba tosta.

     

    Il willow però è in cedro solid, qualcosa vorrà pur dire. Ed è veramente caruccio, certo dopo che mi sono abituato al “legno matto” dell'anuenué o al legnaccio del mio primo GW, prendere in mano un liuto tutto tirato a lucido e croccante mi fa un po' senso, ma è una questione di abitudine al tatto. Secondo me suonerà divinamente e il mio prossimo acquisto sarà certamente un solid. Magari in cedro se non addirittura in koa. 

    #16572
    magomacco
    Membro

    Ho cercato e ricercato info su entrambi i modelli e per ora mi sono fatto una mezza idea (ke però rispecchia ciò ke ho letto di qua e di là quindi assolutamente campata in aria)

    L’anuenue è una marca relativamente nuova ke sicuramente fa dell’ottimo marcheting però fondamentalmente c’è un risparmio sul legno.
    Il risparmio non c’è invece sulla fattura a quanto ho letto, sembra ke abbiano accuratezze ke altre marche non hanno

    La Mahimahi, e nello specifico que modello è caratterizzato da legni sicuramente migliori ma non ho trovato notizie rispetto alla fattura

    Non so, da primo acchitto mi sembra di notare un po’ il nesso tra una Fender e un Gibson: entrambe ottime marche, ma non ditemi che la Fender ha personalità perché il suono di una Les Paul si riconosce a distanza di chilometri, una fender si confonde con chitarre veramente economiche.
    Cioè una è piena di personalità, una di tecnica
    Un po’ come il mio piano: è uno a muro però fatto interamente a mano nei primi del Novecento, ovviamente a livello tecnico nulla può contro un mezzacoda Kawai o Yamaha, ma il mio piano ha caratteristiche che gli altri non raggiungono neppure lontanamente. Sembra che gli faccia piacere quando suono le note basse e appare “indispettito” quando vado a toccare le alte e così si istaura un rapporto esecutore-strumento che non ha eguali. I kawai hanno le stesse caratteristiche per tutti gli 88 tasti…
    E’ un po’ come quando ci innamoriamo e rendiamo i “difetti” delle caratteristiche uniche, che senza le quali ci troveremmo davanti una persona asettica e assolutamente noiosa…

    Questa è la mia idea, ma ripeto ancora ke si basa praticamente sul nulla, per questo vi chiedo di portarmi la vostra esperienza…
    Ciò che mi manda in tilt è che paradossalmente il più “commerciale” (anuenue) SEMBRA più “rustico” ma quei fregi stilizzati sembrano veramente troppo moderni, e concepiti per attrarre utenza. Cioè, preferirei un bel nodo del legno piuttosto che vedermi la marca (anche se carina) per tutta la cassa armonica…
    L’altro invece a vederlo sembra avere qualcosa da dire…

    AHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH
    AIUTOOOOOOOOOOOOOO!!!

    #16573
    Anonimo
    Ospite

    fatti un kanile'a Laugh

     

    no vabbè, seriamente. gli anuenue sono fighi e su questo siamo praticamente tutti d'accordo. li ho anche provati e ti dico che pur essendo con fasce in laminato comunque spaccano di brutto. e qui potrebbero alzarsi cori di quelli che supportano il laminato fino alla fine del mondo.

    sono fatti bene, in pratica ricalcano i kamaka e ammetto di averli presi in considerazione per un bel po' di tempo.

    io ho due mahimahi: il 7g soprano e l'87g tenore. il suono è piacevole (c'è il mogano lo ammorbidisce leggermente) mentre il willow è più squillante. il binding è bello.. sulla linea dei mainland, per niente intrusivo.

    a cuore aperto ti direi di prenderti un mahimahi perchè li ho suonati per una vita e nonostante adesso il mio strumento principale sia di tutt'altro range provo ancora piacere a suonarli. e non penso che sia una cosa da poco.

    #16574
    Anonimo
    Ospite

    Allora…

    Io gi Anueanue non li ho mai suonati, perciò non mi resta che riportarne l’opinione dei vari possessori incrociati sul web, che si dichiarano entusiasti. Tuttavia mi resta una perplessità di fondo. Costano come i solid, ma sono un laminato. Sono esteticamente figosi (anche se a me il lucido m’attizza deppiù) e indubbiamente il marchio sta acquisendo notorietà. Il mio timore è che effettivamente non spenda tutti i suoi soldi nello strumento, ma qualcosina sia finito in pubblicità, design e custodia. In un certo senso condivido in parte la tua analisi, anche se Anueanue e Mahimahi non sono Fender e Gibson del mercato degli ukulele, sono ancora dei marchi emergenti ed outsider.

    Mahi mahi invece mi da la sensazione di pagare solo lo strumento (e anche poco per il livello qualitativo), il marketing è apparentemente inesistente. Su Ukulele underground quando mi sono presentato sul loro forum, manco l’avevano mai sentita nominare. Il sito è giù…

    Eppure se Mercatino dell’ukulele, ovvero una succursale di Aquila, ne ha ordinati tanti e li promuove…. Be’ proprio una schifezza non possono essere! Se Daniela e Jontom, che di certo ne capiscono più del sottoscritto, ne parlano bene e li consigliano…

    Così ho ordinato il concert 87G quando era in promozione a €. E’ arrivato in appena due giorni e quando l’ho tirato fuori dalla scatola ho avuto i lucciconi agli occhi! Bello, bello…. un vero strumento, professionale, solido, curato e con quel profumo di legno nuovo…. I binding (stile Mainland effettivamente) a me piacciono, così come i pallini e i bischeri in simil madreperla. La finitura lucida è splendida ed esalta le venature ed il colore del legno.

    Il suono mi piace dannatamente, è caldo con un bel volume. La mia pietra di paragone era un Makala in Agathis laminato, finitura lucida e con corde non Aquila. Be’ mi è sembrato davvero un abisso di differenza! Poi migliorando anche io tecnicamente e suonandolo tanto tanto lo ho apprezzato ancora di più, scoprendo come tirarne fuori diversi suoni.

    Ultimamente ho preso per un mio amico un Kala Travel Concert Spruce/Mahogani ed ammetto di averci giocato un po’, nell’attesa che arrivasse il suo compleanno. Allora è uno strumento davvero bello esteticamente e ben fatto. La cassa bassa non compromette affatto il volume, anzi essendo un suono bello squillante, mi è parso quasi più alto del mio. Poi invece facendo un raffronto ho potuto constatarne meglio la differenza di timbro e concludere che mi piace ancora di più il mio, anche se riconosco che è un’opinione del tutto soggettiva.

    Per concludere…. Vieni al MOA e provali presso lo stand del mercatino!!!

    #16596
    magomacco
    Membro

    al MOA non posso venire!!! argh!!!

    cmq ho sfruttato l’offerta del momento su mercatinodellukulele.it…
    ho appena ordinato il Mahimahi Willow chiedendo di controllare l’action come voi tutti consigliate sempre…
    non vedo l’ora di trovarmelo tra le mani *.*

    #16625
    magomacco
    Membro

    ke poi…JT… il Mahimahi 87G non è quello qua sopra sulla pubblicità del mercatino dell’ukulele?? mi pare lui!

    #16627
    darshan
    Membro

    Io a luglio ho avuto un dubbio simile e ho optato per il Willow.

    Mi trovo davvero bene, il suono mi piace, aperto ma non squillante, il manico è comodo e si raggiungono agevolmente i tasti più alti (ne ha 17),  l'action è ottima anche per chi fa i trentaduesimi e lo sweep picking (ops..mi si è slacciata la camicia di forza…), e la cosa che più mi soddisfa è che il piccoletto tiene l'accordatura davvero bene ed è ben intonato.

    #16631
    Anonimo
    Ospite

    si è l’87g tenor 🙂

    #16641
    magomacco
    Membro

    ke occhio ragazzi!!!

Stai visualizzando 10 post - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Il forum ‘Uke 360°’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.