Corde, tecnica e inabilità totale

Aloha Forum Uke 360° Corde, tecnica e inabilità totale

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #13746

    Comincio anch’io con le domande tecniche. Se non è questo il luogo per favore spostate il thread.

     

    dunque, come da titolo, adesso sono circa quattro mesi che suono una o due ore al giorno per allenarmi, in modo moooolto rilassato e poco coerente. Ma suono un po’ di tutto: :strumming, fingerpicking etc. Noto da un paio di giorni sul mio uke (Ohana SK-25 Z zebrano, si veda http://collaborazioniukulele.com/forum/uke-360/insolito-legno-per-un-ukulele-ohana-sk-25z/ ) una resa insolita del La/prima corda perché mi sembra “strida” più del solito, e anche le altre….

    Già mi è stato chiarito per esempio che l’accordatura del primo tasto è un po’ più difficile di quella degli altri sulla chitarra (quindi forse nche sull’uke) e con quello ho scoperto che ci sono un sacco di segreti che nessuno mi dice, del tipo che sul primo tasto si deve fare attenzione a dove schiacciare la corda per avere l’intonazione corretta. Così mi chiedo se le ragioni dello stridìo possono essere: il repertorio scelto male (tutto quello che mi capita sottomano e vagamente conosco – io frequento musica classica, non canzonette), la assoluta incapacità di dare la giusta forza sulle corde, eventualmente qualche cosa che abbia a che fare con le corde: siccome s’è parlato di cambiarle e c’è stata una dotta serie di interventi che mettevano in gioco tensione del manico, grossezza delle corde e chi più ne ha più ne metta (vero ilPenna e Ross?) nonché la discussione in corso su quando cambiare le corde, mi chiedevo se potrebbe essere che su uno strumento buono ma con i suoi limiti anche tentare di cambiare le corde possa avere un senso…

    Ma l’ultima domanda è: possibile che mi stia facendo pippe mentali che non servono a nient’altro se non a convincermi a prendere un ukulele migliore? O semplicemente che dopo quattro mesi sia diventato così esigente da superare la mia stessa capacità di strimpellare?

     

    insomma, mi sono spiegato? grazie per tutti i suggerimenti che vorrete darmi.

    #18691
    doppiosogno
    Membro

    Ciao calce,
    non è che la corda “frigge” sul secondo tasto???In pratica la corda vibrando va a toccare il secondo fret e da quel suono stridulo….può capitare che in inverno essendo l’aria più secca il manico si deformi leggermente e si inneschino questi fenomeni…tu dove lo tieni l’ukulele quando non lo suoni?Al freddo e al gelo???Esistono dei umidificatori fatti proprio per chitarre e quant’altro…l’umidità dovrebbe essere attorno al 45-50%…oppure potrebbero essere le corde che invecchiando se ho capito bene cambiano il moto vibrazionale tipico (anche se 4 mesi sono pochini)…cmq il Buon Penna ci può dire di più,tu intanto verifica che premendo la corda sul rpimo tasto essa non vada a toccare il fret del secondo tasto!E facci sapere..

    #18694
    Anonimo
    Ospite

    Allora devo dire che con sto freddo canasso a volte mi capita di notare un suono diverso e meno bello, e con le mani fredde sento anche quasi fastidio all'inizio. Poi quando si scalda l'uke e l'ambiente torna a squillare felice e potente.

    Però potrebbe essere anche un fatto di meccanica (però strano che tu l'abbia notato dopo quattro mesi) o soggettivo (un pretesto per comprare un altro ukulele tooth).

    Anzianità di corde non penso proprio…

    #18700
    Anonimo
    Ospite

    l’ukulele è come l’amply valvolare, va scaldato prima di suonare 🙂

Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Il forum ‘Uke 360°’ è chiuso a nuovi topic e risposte.
Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.