Re:While my guitar gently weeps by p4olo

Aloha Forum YOUke Tube While my guitar gently weeps by p4olo Re:While my guitar gently weeps by p4olo

#22071
Anonimo
Ospite

ti faccio i miei più sentiti complimenti, è proprio per questo che mi interessa spendere un paio di parole.

la tecnica c’è soprattutto per quanto riguarda il fingerpicking. la mano destra è abbastanza solida e secondo me nasconde un un bel po’ di anni di chitarra alle spalle :) però puoi migliorare, e anche molto, sull’interpretazione. è qui che diventa tutto molto più interessante perché dopo aver studiato assiduamente il pezzo potenzialmente siamo in grado di farlo tutti. io però vorrei sentire p4olo, quello che mi dice, ma non lo percepisco tramite quello che hai suonato. intendiamoci, è un’esecuzione con pochissime sbavature e abbastanza fedele all’originale ma non c’è espressività. è tutto molto piatto e se da un lato può esserci estremo interesse da parte nostra nel guardarti, perché siamo “all’interno” di questo ambiente, dall’esterno può esserci semplice curiosità nel vedere cosa può fare questo strumento e scarso interesse in ciò che stai trasmettendo.

vedendo jake svariate volte mi sono chiesto quali potessero essere i suoi punti di forza. certo, è chiaro, un’estrema velocità acquisita direttamente sull’ukulele (perché quei movimenti non sono frutto di uno studio chitarristico) ma oltre a questo c’è dell’altro. pezzi come “go for broke” o “hula girl” sono una vera stronzata. si tratta di un paio di note messe in fila ma porcaeva, ognuna di queste ha un senso. è come se seguisse la modulazione di una voce, mai sempre alla stessa intensità e sempre unica.

è qui che secondo me esiste il fenomeno e l’artista diventa unico. personalmente dal vivo sbavo in continuazione, le note a volte escono sporche e non sempre sono al massimo della concentrazione. però quanto stai “dentro” il pezzo si vede ed il risultato è che riesci non soltanto a farti ascoltare per quanto sei bravo piuttosto li coinvolgi e li porti dentro il tuo mondo. è come se iniziassero a capire anche loro le tue parole/note, si fanno prendere dal “groove”… il tuo ed è lì che li fotti : )

questo discorso ovviamente lascia il tempo che trova all’interno di una band dove l’ukulele ha un ruolo prettamente ritmico e d’accompagnamento ma in un pezzo da solista come questo penso sia valido.

per capire meglio di cosa sto parlando guarda qua: http://collaborazioniutu.be/2MFEZ9kw7VU

concentrati sulle pause, su come esce fuori la melodia e soprattutto guardalo in faccia.

PS: stare seduti di fronte ad una fonte di distrazione aumenta TANTISSIMO la concentrazione da rispendersi durante i live.

Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.