Re:Nuovo acquisto e ringraziamento

Aloha Forum Uke 360° Nuovo acquisto e ringraziamento Re:Nuovo acquisto e ringraziamento

#33723
JoMas
Membro

Grazie per gli auguri. Anch’io ci ho messo due ore ad arrivare (e altrettante a tornare). Ma ne è valsa la pena.
Hai perfettamente ragione, provando tanti strumenti c’è rischio di fare confusione. Per questo ho fatto parecchio “homework” prima di andare, ho letto veramente parecchio (sui legni, opinioni diffuse, recensioni, info sulle case, video su youtube etc) sugli ukulele che avrei provato e mi sono chiarito le idee su quel che volevo. Questo mi ha consentito di non perdere tempo nel provare cose che chiaramente non facevano per me. Poi, in realtà, dopo tutte le prove, alla fine sono andato in una direzione diversa da quella che prevedevo, ma questo ci sta, è per questo che si provano gli strumenti. Nel caso specifico, io ero orientato verso uno strumento da 400-500 euro massimo, che appunto era il max del mio budget. Pensavo di prendermi uno strumento “definitivo”, o comunque di fare un grande salto di qualità rispetto al mio Cordoba. Poi, provandoli, mi sono accorto che il vero salto di qualità (secondo me, secondo il mio gusto e le mie esigenze) si fa davvero con i Kanilea (tra quelli del mercatino), o comunque con uno strumento hawaiano in koa. Non mi aspettavo una differenza così grande, francamente, pensavo che questa storia su Kanilea e simili fosse un po’ sopravvalutata, ma mi sono ricreduto del tutto, dopo un po’ che l’ho suonato questa grande differenza l’ho sentita tutta, con mia sorpresa. Sono veramente strumenti di altra categoria. Al tempo stesso, mi sono reso conto che ci sono un sacco di strumenti più economici (200-300 euro o anche meno) che al momento mi avrebbero comunque soddisfatto (volevo un concert, perché ho già il Cordoba Tenore, e vorrei tenere stabilmente il tenore il low G e il concert in High G, senza dover cambiare le corde ogni volta). Così, invece di prendere quello che pensavo all’inizio (lo strumento da 400-500) ho preso il più economico Willow, che mi sembra comunque ottimo per il prezzo, e in più mi sono tolto lo “sfizio” del Banjolele, e ho deciso che vale la pena risparmiare e aspettare per prendere poi, più avanti, un Kanilea o simile. Questo è il mio ragionamento, e vale solo per me, per il mio gusto etc., può essere diversissimo per altri. Ma non avrei mai potuto arrivarci se non andando di persona a provare gli strumenti, con calma, con attenzione, e con il prezioso aiuto di Luca. Insomma, ne è valsa la pena di fare 2 + 2 ore di macchina.

Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.