Re:L’ukulele e il futuro

Aloha Forum Uke 360° L’ukulele e il futuro Re:L’ukulele e il futuro

#26195

scusate ragazzi, vorrei fare un’ulteriore considerazione, o meglio, approfondire alcune cose già dette dopo avere letto quanto scritto da voi. Qui si continua a dare per scontato che si possa imparatre a suonare l’ukulele bene e punto. Non potra’ essere mai così, esattamente come non può essere così con la chitarra…mi spiego meglio, ad esempio, parlando di chitarra, sappiamo tutti che anche un bravissimo chitarrista elettrico potrebbe anche non essere capace di fare due accordi di fila su una classica e quasi certamente un grande chitarrista classico avrebbe delle serie difficoltà se gli si mettesse in mano un’elettrica…Per l’ukulele è la stessa identica cosa, l’ukulele parte dalla taglia soprano e arriva fino a quella baritono., e solo per la differenza di sustain degli strumenti non potrà mai esserci un unico modo di suonare l’uke, per non parlare della differenza di stili…L’unica sarebbe veramente una rete di insegnanti, ma ci vogliono tanti soldi…insomma, lo stile di jt e di quelli che suonano il tenore in un certo modo te lo può insegnare jt stesso, ma se ti piace roy smeck e quel genere ad esempio, credo che gli unici al mondo potrebbero essere zaza e wininboy e forse krouk…se volessi imparare lo stile di ohta san, l’unico al mondo in grado di insegnartelo sarebbe proprio lui, se invece si volesse imparare a fare buone performance nell’ambito del blues nero anni 30 la persona più indicata sarebbe max de bernardi, o se volessi andare sul genere classico e rinascimentale che faceva king, allora l’unica sarebbe affrontare un percorso di musica classica…insomma, mi sembra molto più complesso di quanto vogliate farlo apoparire, solo perchè l’ukulele si suona in una marea di modi differenti, e probabillmente la sua bellezza sta proprio la, che non abbiamo in realtà a che fare con un unico strumento, ma con tanti diversi…che meraviglia…per cui ok con l’aloha spirit e quantaltro, però se non me ne frega niente di suonare all’hawaiana, e mi piace suonare la musica americana degli anni 20, non me ne faccio nulla di un workshop con jake stesso, magari chiederei a zaza di farmi qualche lezione su skype…Ecco, solo questo, ci troviamo di fronte ad una marea di stili diversi e a diverse taglie di strumenti, per cui forse, occorrerebbero dei buoni volenterosi per riempire youtube di tutorial di questi vari generi, questo forse sarebbe il sistema più veloce per fare alzare il livello generale…Per quanto riguarda invece la diffusione dell’ukulele nel mondo credo che tutto questo non serva a nulla, e che la diffusione cresca progressivamente proprio grazie all’aspetto ludico di questo strumento, e anche in merito alle performance, una canzone come over the rainbow, ha fatto più di tutte le cose fatta da jake e dagli altri “virtuosi” messi insieme…Detto questo auguri di cuore a tutti per un anno nuovo migliore del precedente, e sopratutto sempre pieno di bella musica, sopratutto all’ukulele…:)

Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.