Re:Kamaka Tenore 2001

Aloha Forum Uke 360° Kamaka Tenore 2001 Re:Kamaka Tenore 2001

#18515
Anonimo
Ospite

Ciao pablues,

intanto ti ringrazio per le parole spese prima. Da endorser Kanile'a (perdonami l'autoreferenzialità a mazzi) intanto ti posto una foto dell'interno di un modello scattata in occasione della mia visita alla fabbrica di Kaneohe:

 

Questo sistema è dovuto allo studio di Joe Souza su come far propagare il suono. Unisci anche il fatto che il “buco” è leggermente più ampio rispetto a tutti gli altri strumenti in circolazione e che anche la forma è leggermente diversa. Proprio per questi motivi i Kanile'a vengono spesso chiamati strumenti rivoluzionari.

Parlando con un commesso di Ukulele Puapua invece sono venute fuori le differenze principale fra le 3 K: i Kamaka hanno il suono tradizionale per eccellenza, i KoAloha anche ma sono più moderni, i Kanile'a sono più “chitarristici”.

Sul discorso dei 200 Euro e del risultato eccellente dissento. O meglio… dipende dalle situazioni. Se hai intenzione di registrare un determinato tipo di suono possono andare bene. E anche dal vivo comunque fanno la loro bella figura. Questo qua è il suono di un Tenore 87G microfonato da un banalissimo SM57 + DI (credo della Behringer):

Nessuno dirà MAI che suona male. Ma essenzialmente perchè è in una situazione solista in cui non viene richiesto di esaltare più di tanto le caratteristiche di uno strumento. E' ottimo per “inserire” l'elemento ukulele all'interno di un arrangiamento pop o di qualsiasi altro genere ma qualora dovessero nascere delle pretese oppure più semplicemente focalizzare l'attenzione sull'ukulelista vengono ahime fuori tutti i suoi limiti.

Resta inteso il fatto che il Mahimahi Tenor 87G l'ho suonato live fino a poco tempo fa e non mi ha mai deluso. Cosa ancora più importante, ancora oggi continuo a studiarci sopra.

Però se vuoi risultati eccellenti devi avere un ukulele eccellente. Su quello c'è poco da discutere. E' una questione che torna fuori anche quando ti poni il problema di amplificare il tuo strumento. E' chiaro che passi del tempo a scegliere il pickup giusto ma se non hai dietro una “base” con le palle, puoi avere il pickup migliore del mondo ma l'unico risultato che otterrai sarà amplificare i limiti del tuo strumento.

Anyways… fra tutti i modelli che ho avuto il piacere di provare i Mahimahi, fra quelli sotto i 500 Euro sono i migliori. Poi ogni tanto può capitare che becchi il modello Kala che suona bene, oppure l'aNueNue che assolutamente merita una menzione speciale. Però in linea di massima i primi, come hai detto tu, sono quelli più “onesti” e assolutamente all'altezza per il 95% dei casi.

Per me il consiglio è sempre lo stesso: per iniziare Mahimahi, senza nemmeno pensarci troppo sopra (anche perchè l'87G ed il Willow sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza acustica) e per chiudere la partita Kanile'a. Sorry per i Kamaka ma io ho venduto la mia anima a Joe e Kristen Souza. Proprio non riesco ad immaginare un ukulele migliore.

 

PS: Jake è endorser Kamaka, è per questo che hai visto quel loghetto 🙂

Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.