Re:James Hill

Aloha Forum Uke 360° James Hill Re:James Hill

#16436
Anonimo
Ospite

Volendo semplificare, potremmo dire che tutta la prima parte della carriera discografica di James Hill è stata dedicata alla dimostrazione che l’ukulele è un vero strumento musicale, con il quale virtuosisticamente suonare di tutto. Oggi che James non ha più bisogno di dimostrare niente a nessuno, ci regala un CD in cui le abilità tecniche vengono abilmente dissimulate in un singolare “country da camera”, in cui veloci escursioni bluegrass si mescolano a ballate appalachiane, a brani di ispirazione ragtime e old time jazz e persino ad uno strumentale dell’estremo oriente.
La bravissima Anne Davison con la sua bella voce ed il suo versatile violoncello se ne sta sempre un passo indietro rispetto al boss, ma il suo contributo alla riuscita finale del lavoro è assolutamente paritario. Questo disco è il crocevia presso il quale sembrano incontrarsi al crepuscolo tutti coloro che negli ultimi anni hanno lavorato alla trasfigurazione della musica popolare americana. Gente come Bill Frisell, i Cowboy Junkies, Yo-Yo Ma (da riscoprire il suo “Appallachian Journey”). Aggiornate pure la lista con tutti i nomi che sapete voi, poi ascoltatevi la straniante e metafisica versione di “Oh Susanna”: sulla soglia della loro baracca di legno Anne e James ci sorridono, invitandoci ad entrare nella loro personale versione del sogno americano.

Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.