[Soprano] Mahilele Acacia Solid (Entry +)

Aloha Forum Ukulele: le nostre recensioni [Soprano] Mahilele Acacia Solid (Entry +)

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 0 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Jontom 2 anni, 10 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #15775

    lacunario
    Membro

    Aloha a tutti!

    Pur essendo il mio primo ukulele ed avendo iniziato a suonare da quando è arrivato, vorrei fare una “recensione” del Mahilele in Acacia Solid. Non sarà molto tecnica per le ragioni di cui sopra, ma cercherò di dare dei feedback (con voto da 1 a 10) per quanto riguarda quelle impressioni che tutti, dai neofiti agli esperti, possono farsi prendendo in mano e suonando lo strumento! smile

    MAHI..CHE?
    http://s18.postimg.org/7heowifd5/WP_20141006_001.jpg
    http://s18.postimg.org/75x8jqyx5/WP_20141006_002_1.jpg

    IL Mahilele in questione è così caratterizzato:
    Tavola in Acacia Solid
    Corpo in ABS (plastica)
    Manico e tastiera in legno con tasti in metallo

    -ASPETTO: 7/10

    Ammetto che per questa voce parto con un bias enorme: io ADORO il legno, le sue venature, i colori e la lavorazione. Capirete sicuramente che avere tutta la cassa risonante in plastica di certo non agevola un giudizio positivo da parte mia bad_smile1 . Detto questo non si può certo dire che non sia esteticamente attraente: quel richiamo alle Ovation aiuta il Mahilele a distinguersi dalla massa di strumenti entry level e a sembrare meno giocattoloso di altri prodotti.

    -ASSEMBLAGGIO: 5/10

    La nota più dolente dello strumento. Per carità non pensate eccessivamente male, ma ho riscontrato (per lo meno nello strumento che ho ricevuto io) dei difetti che secondo me non dovrebbero esserci neanche in strumenti da pochi soldi amazed .
    Come si può vedere nelle foto la colla utilizzata per unire tavola e corpo è stata messa con “molto vigore e poca precisione”, insomma diciamo che il cinesino addetto alla costruzione si è dimenticato che la sua mano po’ esse piuma e non solo fero (cit.)
    http://s18.postimg.org/67gvhgll5/WP_20141007_16_39_04_Pro.jpg

    In un altro punto, l’ardore precedente ha fatto dimenticare che la colla va messa lungo TUTTO il perimetro della tavola:
    http://s18.postimg.org/666xo1jrd/WP_20141007_16_39_26_Pro.jpg

    Sul manico, all’altezza del secondo tasto, notiamo l’impeto cinese che colpire ancora:
    http://s18.postimg.org/y3vqz88y1/WP_20141007_16_43_40_Pro.jpg

    Dulcis in fundo, ammetto che sono abbastanza ossessivo-compulsivo ma i tuner tutti allineati schifo non fanno:
    http://s18.postimg.org/m35pkrc5l/WP_20141007_16_39_46_Pro.jpg

    Difetti estetici a parte (sono un maniacale, lo so) lo strumento è solido, molto solido. È stata sicuramente privilegiata la solidità a discapito delle rifiniture perchè quando si ha in mano lo strumento si ha la sensazione che sia ben fatto e resistente. La cassa in plastica che può o non può piacere, vi sembrerà la scelta PERFETTA per questo tipo di strumento quando sarete svaccati nel letto a suonare indossando una felpa con zip centrale e sentirete “GRRRZZZ” mentre spostate il vostro Mahilele ops

    -PLAYABILITY: 9/10

    Ed ecco che se tirandolo fuori dalla sua custodia imbottita (tra l’altro di buona fattura!) magari potreste rimanere un po’ male osservando i particolari, cominciate a suonarlo e vi saprà ripagare. Nella mia esperienza ho solo provato vari entry level in negozio di musica della mia città (che come potete immaginare non sono certo marche e modelli degni di essere chiamati ukulele, a parte forse gli Ibanez), ma ho avuto chitarre classiche, elettriche, acustiche. Si “sente” subito quando uno strumento trasmette buone sensazioni di suonabilità, quando l’idea è di un manico che accoglie la mano e le permette di spostarsi in tranquillità, quando i tasti sono rifiniti bene e si possono suonare note con precisione.
    http://s18.postimg.org/yyial9gsp/WP_20141007_16_47_50_Pro.jpg

    L’action è bassa, non so se per gli ukulele sia un difetto o un pregio ma per me (novizio) è positiva!
    http://s18.postimg.org/fx49e0i89/WP_20141007_16_46_03_Pro.jpg

    Sicuramente ci sono millemila modelli più costosi che sono fatti meglio e sono una goduria da suonare, ma ricordiamoci che stiamo parlando di uno strumento che costa una 60ina di euro compresa custodia (e spese). Per QUESTA fascia di prezzo, il feeling che dà è a parer mio molto buono. Quante cose negative si possono dire per quanto riguarda le finiture, tante cose positive si possono dire quando lo si suona adore

    -SUONO: 8/10

    Non posso esprimere molto per quanto riguarda la QUALITA’ (timbro, se è o non è tipicamente hawaiano, se sa di quello o quell’altro stile) del suono se non una considerazione di carattere più generale: suona come uno strumento a differenza di altri vari ukulele della stessa fascia di prezzo che sembrano cartone o peggio ancora LATTA…..
    Posso invece spendere due parole per quanto riguarda altre caratteristiche più generali che si possono cogliere facilmente.
    Il VOLUME è molto buono. Vuoi per la pancia della parte in plastica o la tavola in acacia solid, quando si suona non si fa certo fatica a sentirlo, sia in fingerpicking ma soprattutto in strumming (e sticazzi direte voi beat_shot ).
    http://s18.postimg.org/rxppeqpmx/WP_20141007_16_44_54_Pro.jpg
    http://s18.postimg.org/e6ptq9q2x/WP_20141007_16_41_17_Pro.jpg

    La NITIDEZZA dei suoni è un’altra caratteristica positiva: non si fatica ad ottenere note molto pulite e ben distinte tra loro, complice anche la tastiera in legno con i tasti molto precisi.
    http://s18.postimg.org/ys4li67nt/WP_20141007_16_43_06_Pro.jpg

    La votazione per il suono che ho espresso si riferisce di fatto a questi aspetti appena descritti. Il Mahilele si sente e si sente bene cheeks

    CONCLUSIONE

    Questa la mia “recensione”, spero di non essere stato troppo ignorante ed aver detto cose che già sapete. Ho cercato di mettere nero su bianco le sensazioni che ho avuto da questo ukulele, sicuramente esprimendole in maniera poco tecnica e molto “ukulelista de noartri” bye
    Come nel titolo, io lo definirei un “Entry +”. Pur rivolgendosi a persone che appena iniziano a suonare lo strumento, è sicuramente un prodotto di qualità con il quale è un piacere studiare l’ukulele per la prima volta.
    “Ma insomma, lo consiglieresti” Certo! È concreto, per quelle persone che badano alla sostanza e non alla forma (che lo ripeto, rimane comunque buona nella sua particolarità), che vogliono uno strumento dal rapporto qualità/prezzo molto favorevole, che vogliono spendere un po’ più dei 30 euro degli ukuplastic ma meno dei 120-130 (ricordiamoci spese di spedizione e custodia) di un islander perchè probabilmente dopo il Mahilele passeranno ad un ukulele solid (c’est moi! yell )

    Aloha a tutti ed alla prossima! (sperando sia di un Kanile’a beautylove )

    hangloosehangloose

    #38023

    pierfa78
    Membro

    M’hai fatto venir voglia di comprare un altro soprano bye

    #38028

    Jontom
    Amministratore del forum

    Bell’analisi. Precisa e obbiettiva.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Informativa abbastanza ridicola che per legge va messa su ogni sito internet EU. Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.